Baroni: il mercato del Benevento è stato soddisfacente, dispiace per gli addii sofferti

263

Un Benevento scatenato nella giornata di ieri, ultima di calciomercato, oggi dalla sala stampa dello stadio Ciro Vigorito, il mister Marco Baroni risponde al riguardo.

beneventoCALCIOMERCATO – Sono estremamente soddisfatto perché in primis abbiamo preso i migliori giocatori che ci sono e che volevano venire qui a Benevento. Questa è la cosa principale, siamo nuovi, vogliamo farci conoscere e cerchiamo atleti che perorino la nostra causa.
Vorrei fare una premessa, abbiamo operato insieme, col direttore e col presidente nella ricerca per migliorare questa squadra; abbiamo visti tanti profili, tanti nomi, a volte alcuni giocatori non mi hanno dato la disponibilità, altri che volevano l’estero.

Da sempre con Di Somma operiamo nel creare nell’organico quello spessore, quelle motivazioni in quei giocatori che sono funzionali al gioco che la squadra sta cercando di portare in campo.
Adesso abbiamo sia numericamente che come soluzioni gli uomini che ci servivano, pensate che nelle prime due giornate i due esterni, D’Alessandro e Ciciretti non hanno avuto cambi. Ora i nuovi arrivati devono trovare velocemente alchimia di squadra e condizione fisica che serve per le prossime partite. Ho visto diverse statistiche nei match analysis ma questo ora non ci serve per trovare i punti, i giusti correttivi e i giusti equilibri che ci portino risultati.

CESSIONI SOFFERTE – So che voi amate un risultato finale, buoni o cattivi, ma quando c’è il mercato in evoluzione ci sono tante componenti: societarie, tecniche e anche del giocatore, è una scelta che a volte va a cercare equilibri in questo senso.
Non faccio scale di valori, tutti gli addii sono stati addii difficili, per la cessione di Pezzi o Padella c’è stata la stessa sofferenza patita per altri giocatori come Falco o per ultimo Ceravolo.

SQUADRA RINNOVATA – E’ chiaro che intanto il mercato così aperto, con una sessione così lunga, ti offre l’opportunità di prendere giocatori che 20-30 giorni fa non avevi modo di prendere. Queste sono le regole e tutti dobbiamo essere abituati a ciò, è chiaro che ad un tecnico faccia piacere di più partire in ritiro con la squadra completa.

REQUISITI DEI NUOVI – Abbiamo preso giocatori che hanno struttura, forza, gamba, giocatori che possano rientrare nella filosofia del Benevento, già nei dati di queste due partite ci sono molte cose che funzionano, e quindi dobbiamo cercare efficacia nel calcio che vogliamo proporre.

LAZAAR E LOMBARDI – Lombardi è un ragazzo che mi piace, con corsa e voglia, e poi aveva il desiderio di venire qui a Benevento, a volte guardiamo curriculum, nomi, stipendi importanti, e poi ci sono approcci a realtà come questa. Quando cambi tanto è chiaro che si corre il rischio di sbagliare e noi cercheremo di sbagliare il meno possibile. In molti di quelli che sono arrivati affronteranno altre sfide nelle sfide che già dovremo affrontare.
Lazaar viene da due campionati importanti, sicuramente non giocherà a destra col piede invertito, ma giocherà a sinistra sia basso che alto.

NAZIONALI – Belec, Djimsiti, Memushaj, Puscas, Armenteros, Parigini; spero di averli tutti al più presto, qualcuno arriverà per lunedì o martedì, per gli altri ci vorrà qualche giorno in più; appena li avremo a disposizione tutti faremo in modo di creare subito quella componente che ad una squadra come la nostra serve. Abbiamo già visto che con un pizzico in più di attenzione avremmo qualche punticino in più. Noi non siamo gente che si abbatte e devo dire che si rafforza ancora di più tramite il lavoro e questo quello che ci aspetterà.

ARMENTEROS – Ci sono state indiscrezioni sbagliate, non è vero che non lo volevo: lo abbiamo visionato, ha qualità, ha forza, è molto bravo all’interno dell’area di rigore. L’incognita è l’adattamento al nostro campionato, per il resto il giocatore ha tutte le qualità per poter fare bene da noi.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.