14a giornata, prossimo avversario: Pisa.

358

Situazione di classifica del Pisa.
Il Pisa guida la classifica del girone B di Lega Pro 1a divisione con 24 punti (6 vinte, 6 pareggi, 1 sconfitta; gol fatti 24, gol subiti 14). In trasferta ha raccolto 9 punti in 6 partite (2 vinte, 3 pareggi, 1 sconfitta; gol fatti 8, gol subiti 7).
Oltre che primi in campionato, i pisani assieme a Viareggio, Lecce e Latina sono tra i semifinalisti dell’attuale edizione di Coppa Italia Lega Pro.

Questo l’andamento dei toscani finora in campionato:

1a Pisa-Latina 3-1 (Tulli, Favasuli, Barberis)
2a Andria BAT-Pisa 1-1 (Rizzo)
3a Pisa-Barletta 2-2 (Perez, Perez)
4a Gubbio-Pisa 2-1 (Favasuli rig.)
5a Perugia-Pisa 1-2 (Perez, Favasuli rig.)
6a Pisa-Carrarese 3-1 (Perez, Tulli, Tulli)
7a Paganese-Pisa 0-0
8a Pisa-Catanzaro 4-1 (Favasuli rig., Buscè, Favasuli,
Perez)
9a Pisa-Nocerina 1-1 (Buscè)
10a Frosinone-Pisa 1-2 (Tulli, Tulli)
11a Pisa-Sorrento 2-0 (Scappini, Favasuli rig.)
12a Viareggio-Pisa 2-2 (Benedetti, Gatto)
13a Pisa-Prato 1-1 (Favasuli rig.)

Le 24 reti messe a segno sono così ripartite:

7 Favasuli (5 rig.)
5 Tulli, Perez
2 Buscé
1 Barberis, Benedetti, Gatto, Rizzo, Scappini.

Precedenti tra le due squadre.
A parte un incontro risalente a fine anni settanta, la storia delle sfide tra Benevento e Pisa è recentissima, con un leggero vantaggio del Benevento negli incontri disputati.

1978-79, Serie C1 gir. B
Pisa-Benevento 1-1 [53′ Croci (P), 73′ Izzo (B)]
Benevento Pisa 1-0 [11′ Massi]

2010-11, Lega Pro 1a div. gir. B
Pisa-Benevento 1-1 [Clemente rig., Miani]
Benevento-Pisa 1-0 [Evacuo rig.]

2011-12, Lega Pro 1a div. gir. A
Pisa-Benevento 2-0 [7′ Perna, 51’Perna]
Benevento-Pisa 2-0 [7′ La Camera, 95′ Altinier]

Statistiche totali
Giocate 6
Vittorie Benevento 3
Pareggi 2
Vittorie Pisa 1
Gol Benevento 6
Gol Pisa 4

In casa del Benevento
Giocate 3
Vittorie Benevento 3
Pareggi 0
Vittorie Pisa 0
Gol Benevento 4
Gol Pisa 0.

Il forte Pisa quindi è in cerca della prima vittoria in terra sannita con annessa la prima marcatura.

Ex giocatori e allenatori tra Benevento e Pisa.
Tra gli attuali ex della sfida troviamo Bolzan e D’Anna nel Benevento,  e Colombini nel Pisa. In più mister Ugolotti che a Pisa ha giocato per una stagione negli anni ottanta.
Ecco di seguito gli altri:

Portieri:
Giovanni Indiveri (1995-96 Benevento, 2006-07 Pisa)

Difensori:
Riccardo Bolzan (2006-07 Pisa, 2012-13 Benevento)
Alessandro Cagnale (1991-94, 2005-06 Benevento; gen 2002-05 Pisa)
Francesco Colombini (2008-2010 Benevento, gen 2012-13 Pisa)
Ferruccio Mariani (1980-87 Pisa, 1993-94 Benevento)
Davide Lampugnani (1992-94 Pisa, 1995-96 Benevento)

Centrocampisti:
Davide Bombardini (1993-94 Pisa, 1996-97 Benevento)
Luca Birigozzi (1981-84 Pisa, 1986-87 Benevento)
Enrico Cannata (1975-76 Benevento, 1978-79 Pisa)
Pasquale Casale (1981-83 Pisa, 1988-89 Benevento)
Siro D’Alessandro (1979-80 Pisa, 1985-87 Benevento)
Emanuele D’Anna (gen 2007-2008, gen-giu 2009 Pisa; 2009-13 Benevento)
Domenico De Simone (1996-2001 Benevento, 2006-07 Pisa)
Fabrizio Ferrigno (ott 1994-giu1995 Benevento, 2006-07 Pisa)
Carlo Luisi (1997-2003, gen-giu 2012 Benevento; 2007-08 Pisa)
Nicola Martini (1987-94 Pisa, 1994-95 Benevento)
Andrea Pintori (2005-06 Pisa, 2010-12 Benevento)

Attaccanti:
Mario Bonfiglio (2000-01 Benevento; gen-giu 2004, 2005-06 Pisa)
Jose Inacio Joelson (2008-09 Pisa, 2010-11 Benevento)

Allenatori:
Corrado Benedetti (2001-03 Pisa, 2003-05 Benevento)
Graziano Landoni (1975-77 Pisa, 1979-81 Benevento)
Giuseppe Materazzi (1984-85 Benevento, 1987-88 Pisa)
Rosario Rampanti (gioc. 1969-70 Pisa, all. 1984-86 Pisa; 1986-87 Benevento)
Giorgio Rumignani (gioc. 1965-67 Pisa, all. 2001-02 Benevento)
Gianni Simonelli (2002-04 Pisa; 2006-08, 2011-12 Benevento)
Guido Ugolotti (gioc. 1982-83 Pisa, all. 2012-13 Benevento)

Cronistoria del Pisa.
Il Pisa è stato fondato nel 1909 con la denominazione di Pisa Sporting Club. Nei primi anni milita nel girone toscano di Ia categoria (a quell’epoca chi vinceva i propri gironi, andava poi a disputare le finali nazionali per la conquista dello scudetto), e nel 1920-21 diventa Campione di Italia Centro Meridionale, ma perde per 2-1 la finalissima nazionale contro la Pro Vercelli. Nel ’31-32 cambia denominazione in Associazione Calcio Pisa, ma già nel 1944 torna a chiamarsi Pisa Sporting Club. Con la riforma dei campionati del 1945-46 il Pisa viene ammesso in B per meriti sportivi dopo che negli anni precedenti era sceso in C per problemi economici. Gli anni cinquanta sono anni bui per la squadra pisana che si ritrovò addirittura nella Promozione regionale nel 1955-56. Col sopraggiungere degli anni sessanta il Pisa risale dapprima in B vincendo il campionato nel 1964-65 e poi arriva per la prima volta in A nel 1968-69 per rimanervi però per una sola stagione. Negli anni settanta il Pisa affronta diversi campionati di C (dopo esservi retrocesso nel ’70-71) tornando in B e poi in A a inizio anni ottanta.

In questo periodo il Pisa diventa la classica “squadra ascensore” retrocedendo e salendo più volte tra A e B, ma arriva anche a togliersi delle soddisfazioni in campo europeo aggiudicandosi in 2 edizioni (1985-86 e 1987-88) la Mitropa Cup, ovvero l’equivalente della coppa campioni per i club europei vincitori della serie B.
Nel 1993-94 il Pisa non solo subisce l’onta di una nuova retrocessione in serie C dopo aver perso lo spareggio salvezza con l’Acireale, ma dichiara anche fallimento per dissesti finanziari. La squadra rinasce quindi con il nome di Associazione Calcio Pisa, e riparte dal campionato di Eccellenza toscana, serie dal quale viene poi ripescato nei Dilettanti nel ’95-96. Dopo il ripescaggio il Pisa vince immediatamente il campionato di D e viene promosso in C2 per la prima volta nella sua storia. Qualche stagione più tardi ritroviamo il Pisa in C1 e nel 1999-00 vince addirittura la Coppa Italia di serie C battendo l’Avellino nella doppia finale (sconfitta per 1-0 in Irpinia, vittoria per 3-0 in Toscana).

Negli anni 2000, dopo aver affrontato sia playoff che playout, il Pisa torna in B nel 2006-07 vincendo la finale playoff contro il Monza (sconfitta 1-0 in Brianza, vittoria 2-0 dopo i tempi supplementari a Pisa). La stagione 2008-09 non solo vede il Pisa ultimo in B e quindi retrocesso in Lega Pro 1a divisione, ma arriva anche l’esclusione dai professionisti, da parte della Covisoc, per dissesto patrimoniale.
Il Pisa rinasce come A.C. Pisa 1909 ripartendo dai dilettanti, e riparte immediatamente alla grande vincendo il proprio girone e venendo promosso in Lega Pro 2a divisione. Nel 2010-11 però viene ripescato nella serie superiore, dove la ritroviamo ancora quest’oggi. L’anno scorso il Pisa arriva in finale di Coppa Italia Lega Pro contro lo Spezia: vince la partita d’andata a La Spezia 1-0, ma perde nel ritorno 2-1 in casa, arrivando quindi secondo.

Pisa 2012/13.
Ad allenare la compagine nerazzurra c’è ancora Alessandro Pane che a febbraio di quest’anno ha sostituito Dino Pagliari. Come allenatore Pane ha guidato le giovanili dell’Empoli (allievi nazionali e poi Primavera), il CuoioCappiano in C2 (sfiorando entrambe le volte i play-off); passa poi alla Reggiana dove vince la Panchina d’argento come miglior tecnico di C2, perdendo al primo anno la finale dei play-off per la C1, vincendo il campionato al secondo anno, per poi chiudere con una semifinale play-off. Passa all’Ascoli in serie B, venendone esonerato dopo soli 5 mesi. Nel 2010 allena lo Spezia in Lega Pro 1a divisione da settembre a marzo (altro esonero). A giugno 2011 va in Svizzera per allenare il Lugano, ma anche qui riceve il terzo esonero consecutivo a settembre.
A febbraio 2012 storia recente  passa ad allenare il Pisa che porta ad una salvezza tranquilla, e fino ad un certo punto del campionato sfiorando i play-off.

I movimenti dell’ultima sessione di calciomercato sono i seguenti:

Acquisti: il portiere Adornato (Casale); i difensori Lucarelli (Pontedera), Rozzio (Fiorentina), Sabato (Sorrento), Sbraga (Lazio primavera), Suagher (Tritium); i centrocampisti Barberis (Palermo primavera), Bianchi (Empoli primavera), Buscè (Empoli), Carroccio (Foligno), Fondi (Lumezzane), Lanzolla (Milazzo), Mingazzini (Nocerina), Rizzo (Foligno), Zanon (San Paolo Padova); e infine l’attaccante Scappini (Sorrento).

Cessioni: il portiere Di Salvia (San Cesareo); i difensori Audel (svincolato), Benvenga (Como), Bizzotto (Rossano Virtus), Buscaroli (Giacomense), Esposito (svincolato), Raimondi (Pontedera), Sodano (svincolato), Ton (svincolato); i centrocampisti Genevier (Juve Stabia), Ilari (Poggibonsi), Obodo (Grosseto), Scampini (Pavia), Scicchitano (Poggibonsi), Tremolada (Como); gli attaccanti Carparelli (svincolato), Perna (Cittadella).

A fronte di questi trasferimenti, che hanno portato a svecchiare di molto la squadra con l’inserimento di molti ’92 e un paio di ’93, la rosa attuale è così composta.

Portieri:
Adornato (’91) – Pugliesi (’76) – Sepe (’91).

Difensori:
Benedetti (’91) – Colombini (’80) – Lucarelli (’93) – Rozzio (’92) – Sabato (’82) – Sbraga (’92) – Suagher (’92)

Centrocampisti:
Barberis (’93) – Bianchi (’92) – Buscè (’75) – Carroccio (’92) – Favasuli (’83) – Fondi (’89) – Gatto (’92) – Lanzolla (’89) – Mingazzini (’80) – Rizzo (’92) – Zanon (’92)

Attaccanti:
Perez (’89) – Scappini (’88) Strizzolo (’92) – Tulli (’87).

Il Pisa così come l’anno scorso, adotta come modulo un 3-5-2 in linea. Non avendo squalificati o infortunati, mister Pane ha dunque l’imbarazzo della scelta, anche se pensiamo che schiererà senza problema alcuno i titolari delle ultime partite.
Sepe; Sabato, Sbaraga, Colombini; Buscé, Mingazzini, Favasuli, Rizzo, Benedetti; Tulli, Scappini. 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.