Viaggio all’Inferno: se Perucchini gode… gli altri piangono

174

perucchiniLa Lega Pro vista da fuori è un vero… inferno. Usare mezzi termini, in special modo dopo un weekend come quello andato in archivio qualche ora fa, sarebbe infatti riduttivo. Al di là degli svarioni arbitrali – che esistono in ogni categoria – gli innumerevoli errori tecnici e cali di concentrazione al vertice fanno del campionato di terza serie un autentico frullatore di emozioni. La natura di queste ultime, poi, è tutta da verificare. Perchè provatelo a dire a Gaetano Auteri che le emozioni sono sempre positive. Dopo la sconfitta casalinga contro la Virtus Francavilla, la seconda consecutiva dopo il ko di Catania, lo “special one” non avrà certo voglia di sorridere. Il suo Matera è stato annientato dalla furia di M’Bala Nzola, attaccante della Virtus Francavilla di proprietà della Fiorentina che quando vuole è in grado di decidere le partite da solo (vedere per credere). Il 3-2 del Franco Salerno, unito al ko del Foggia allo Iacovone nel derby con il Taranto, ha dato il via libera al Lecce di tentare la fuga in vetta alla classifica.

Trascinati dalle parate di Perucchini, i salentini si sono imposti grazie a un rigore di Caturano e a una goffissima autorete di Malerba (vedere per credere anche in questo caso) per avere la meglio sul Siracusa. Il portiere prelevato dal Bologna via Benevento ha compiuto un grande intervento nella prima frazione e parato un rigore nella ripresa sul momentaneo 1-0 immediatamente dopo un episodio a dir poco controverso che ha visto rimediate “solo” un’ammonizione a Doumbia per un pugno a Catania (poi presentatosi sul dischetto per calciare effettivamente il penalty).

E’ stato un brutto weekend anche per Fabio Mazzeo. “Quando non gira lui, non gira neanche il Foggia”, ha precisato qualche organo di stampa locale. E allo Iacovone non si può certo dire che quella dei Satanelli sia stata la miglior prestazione stagionale (qui gli highlights del 2-0 tarantino). Saranno comunque queste tre – il Foggia di Mazzeo, il Matera di Auteri e il Lecce di Perucchini – a contendersi la serie B diretta nel girone meridionale. La Juve Stabia, complice un altro pareggio col Fondi tra le mura amiche, pare essersi staccata definitivamente. La vetta dista sette punti dalle vespe, il Matera 4 e il Foggia 5. Certo, mai dire mai. Ma con avversari così per rimontare serve un’impresa.

Foto: piazzagiallorossa.it

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...