Strega, ecco 5 motivi per crederci

500
1) LA FAME
Mazzeo
“E’ lui o non è lui? Ma certo che è lui…”. Fabio Mazzeo corre, ha lo sguardo rabbioso. Non si sa se corra verso verso derby o verso una guarigione totale ma intanto corre. E soprattutto ha fame. All’andata non mise in mostra una grande prestazione e fu sostituito nella ripresa. Il suo messaggio è chiaro: darebbe qualsiasi cosa per esserci domenica e sta facendo l’impossibile per rimettersi in sesto.
2) L’UNIONE
Mister Auteri e il presidente Pallotta
Gaetano Auteri in conferenza stampa ha ammesso che ultimamente si respira un’aria diversa nell’ambiente giallorosso. I risultati portano entusiasmo, è vero, ma la serenità aiuta ad ottenerli. Nella foto in alto la stretta di mano tra il tecnico ed un presidente Pallotta sempre più presente agli allenamenti testimonia che l’umore è quello giusto. C’è sintonia anche fuori dal rettangolo verde.
3) LA SERENITA’
Lopez protestaBianchi contro rossi, classica sfida infrasettimanale a carte completamente mischiate e campo ridotto. Cissè – attaccante della squadra rossa – cade in area dopo una serpentina. Per l’arbitro Auteri è calcio di rigore. Scoramento tra i calciatori in casacca bianca. Lucioni da buon capitano dice ai suoi di abbandonare il campo, Lopez si fa beffe del tecnico chiedendo addirittura un improbabile cartellino rosso. Si ride e si scherza prima che Cissè mandi alle stelle il penalty. Se non altro il siparietto fornisce un’indicazione precisa: il guineano è uomo d’area, ma dagli undici metri magari meglio qualcun altro…
4) GAETANO AUTERI
Mister Auteri in sala stampa 1Di parole sul suo conto ne abbiamo spese già tante, ma l’impressione è che non siano mai abbastanza. La sua conferenza stampa non è mai banale. Toni stemperati, fiducia incondizionata nella sua squadra e chiosa finale. “A Caserta in passato ho assistito a varie partite dalla tribuna senza mai ricevere un insulto. Quest’anno quando sono andato al Pinto i tifosi mi hanno sempre preso di mira. Diciamo che c’è un po’ di antipatia…”. La butta lì, sorridendo come sempre. Don Gaetano, in fondo, l’obiettivo lo ha fissato dal primo novembre scorso (Leggi qui)
5) I TIFOSI
curva
Quello di domenica sarà il derby del tifo, del calore, del supporto. I sostenitori giallorossi meritano una vittoria contro una “big” del girone. L’unico trionfo al Vigorito quest’anno è arrivato contro il Foggia a settembre: tre punti contro i rivali della Casertana è ciò che tutti chiedono e che tutti sperano di ottenere dopo due pareggi in cui la Strega avrebbe senz’altro meritato più di quanto ha ottenuto. Loro ci credono e sono pronti a sostenere la squadra fino alla fine. E in fin dei conti come dargli torto?
(foto Vincenzo Sparaneo)
CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...