Sanniti Five Soccer, Pellegrino: “Faremo di tutto per mantenere la categoria”

17

A distanza di un mese dalla festa promozione in serie C2, mister Benito Pellegrino, allenatore dei Sanniti Five Soccer, insieme all’inseparabile Tiziano Bovio, parla di ciò che sarà il prossimo campionato, senza tralasciare in primis la stagione trascorsa. Ecco le sue dichiarazioni: È stata una stagione indimenticabile, vincere non è mai facile, soprattutto per chi, come noi, veniva considerata una corazzata ed è stata “costretta” a vincere. Una stagione logorante, con il mancato ripescaggio che si è rivelato un duro colpo da digerire, a ciò si sono aggiunti poi i due cambi di allenatore. A sette giornate dalla fine, dopo la sofferta vittoria contro il Montecalvo, giunta all’ultimo minuto, mister Corino ha rassegnato le dimissioni e le successive squalifiche di Muscetti e Federici, quest’ultimo capocannoniere della squadra, mi hanno spinto, sollecitato anche da Fabrizio Cusano, Fabio Sorice e Roberto Luciani, a tornare, ma con la condizione di avere Tiziano Bovio al mio fianco e con Luciani assoluto “padrone” della parte atletica. Sinceramente l’impatto non è stato molto positivo, perché siamo entrati in uno spogliatoio “provato” dalle dimissioni a sorpresa di Corino, ma ancora prima di Solinas.

I ragazzi, la maggior parte dei quali li conosciamo benissimo per averli già allenati, si sono messi subito a disposizione e pian piano il gruppo si è rafforzato convincendosi delle proprie forze e proprio il gruppo è stata la nostra forza e non potrò mai smettere di ringraziarli per la loro disponibilità e  l’attaccamento alla maglia. Siamo andati vicino alla vittoria del campionato nonostante tutte le avversità, una vittoria sfuggitaci soltanto a venti secondi nella gara decisiva contro il Lettieri, in un Palatedeschi deserto per l’inagibilità della struttura, con i nostri dirigenti, che come si ricorderà sono stati costretti a non assistere alla gara. Un episodio che mi ha fortificato ulteriormente e mi ha fornito un motivo in più per vincere il campionato anche per loro, Fabrizio Cusano, Fabio Sorice, Roberto Luciani, Paolo De Crosta e il professore Antonio Intorcia.

La mia dedica va a poi anche a mio padre, venuto a mancare un anno. Non è facile vincere per una società come la nostra, autofinanziata da pochi soci, ma allo stesso tempo abbiamo cercato di non far mancare mai nulla ai nostri giocatori. Abbiamo costruito una squadra con criterio, attenendoci a certi valori e, soprattutto, e ci tengo a precisarlo, a costo zero con la convinzione di partecipare alla C2, ma poi il mancato ripescaggio ci ha colto di sorpresa. Ci siamo rimboccati le maniche e come obiettivo ci siamo subito prefissati il ritorno in una categoria che sappiamo di meritare”.

PROGETTI FUTURI – “Il nostro obiettivo è quello, facendo tesoro degli errori di due anni fa, di mantenere la categoria, di stabilizzarci in questa categoria e cercare di crescere gradualmente. Sicuramente continueremo con il settore giovanile, con la Juniores, che al primo anno si è ben comportata e cercheremo di migliorarla. Proveremo poi ad allestire nuovamente anche la formazione Allievi. Puntiamo molto sui giovani e non  a caso in prima squadra, in pianta stabile ci sono ragazzi come De Santis, Goduto, Iannotti e De Cristofano”.

CONFERME E NUOVI ARRIVI – “Per quanto riguarda il mercato ci stiamo muovendo in piena sintonia con l’intero staff. In questi giorni stiamo sentendo anzitutto il gruppo vincente e le loro intenzioni, perché la nostra volontà è di riconfermare quasi tutti i ragazzi che ci hanno portato in C2. La nostra rosa sarà formata da un massimo di 14/15 persone, compresi 4 under, e nel caso di qualche nuovo arrivo seguirà qualche partenza, essendoci inoltre degli elementi che non rientrano nei nostri piani”.

SOCIETA’ – “In quattro anni di vita abbiamo vinto due campionati e questo ci inorgoglisce. Ci consideriamo una famiglia e tra di noi c’è il massimo rispetto, siamo fratelli. Ognuno si occupa del proprio ruolo, ma le decisioni vengono prese sempre in sintonia. Purtroppo la C2 ha dei costi superiori e considerando anche juniores e allievi, quest’anno avremo bisogno di un maggiore aiuto economico da parte dei nostri sponsor e siamo alla ricerca di ulteriori partner che possano realmente darci un mano per crescere”.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.