Sanniti Five Soccer: alla vigilia della gara col Maddaloni parla Fabio Lanni

11

Sicuramente è uno dei leader dello spogliatoio dei Sanniti Five Soccer: classe cristallina e grinta da vendere, Fabio Lanni è un calcettista esperto, un punto di riferimento per la squadra. In estate dopo la promozione in serie C2, non ci ha pensato due volte e ha dato subito la sua disponibilità per continuare a vestire la casacca giallorossa e tentare una grande impresa, la salvezza dei Sanniti Five Soccer in serie C2. Nell’ultima gara doppietta per lui e due assist, ma soprattutto una grande prestazione.

sanniti five soccer
Lanni con Cusano

Partiamo dalla grande vittoria nello scontro diretto contro il Cicciano.
Sì una grande vittoria, meritata e voluta a tutti i costi. Dopo la beffa di non aver giocato a Capua contro il Limatola per il ritardo, avevamo tutti una gran voglia di riscatto ed eravamo desiderosi di prenderci sul campo la vittoria.

Hai disputato una grande gara condita da due goal e assist per i compagni.
Se segno i goal e grazie a tutti i miei compagni di squadra: con loro riesco a creare i giusti movimenti per andare in porta, e viceversa riesco a trovare il momento giusto per far andare in porta anche loro, ricambiando il favore. 

La classifica si è accorciata nuovamente. Qual è ora il vostro obiettivo?
Questo è vero, e ora dobbiamo lottare ogni partita per raggiungere la salvezza; sono sicuro che ce la giocheremo fino all’ultimo, consapevoli di dover fare qualche punto anche fuori casa e contemporaneamente vincerne il più possibile in casa.

Sanniti Five SoccerSecondo te a cosa è dovuto il periodo buio delle quattro sconfitte consecutive? Penso sia stato un calo più mentale che fisico. Ci siamo adagiati troppo dopo la vittoria con il Borgo Five e ci siamo allenati anche male. Poi abbiamo avuto qualche problema tra infortuni e problemi vari, tra cui la partenza di Vincenzo Mandato per lavoro, lui per noi è un giocatore molto importante.

Sabato farete visita al Maddaloni: all’andata ha espugnato il Palatedeschi e sembra essere in grande forma, senza considerare i punti di penalizzazione, ora sarebbe terzo. Che gara ti aspetti?
Mi aspetto una gara ostica, il Real Boys è una signora squadra e di sicuro troveremo i suoi giocatori arrabbiati, quel che è sicuro è che saremo anche noi arrabbiati per il -1 in classifica, quindi in definitiva sarà una grande partita.

Le dimensione del palazzetto dove giocherà il Maddaloni sono abbastanza ridotte, rispetto al vostro “fortino” il Palatedeschi che è molto grande. Sarà penalizzante per voi?
No non è penalizzante ma sarà importante l’approccio alla gara ed essere concentrati; su quel campo basta un minimo errore che subito ti puniscono, quindi ci vuole intelligenza e determinazione. 

Con il Cicciano ha disputato la tua 30a presenza in campionato con la maglia giallorossa con 19 reti totali (7 reti quest’anno). Per te è un bel traguardo, cosa ne pensi a riguardo?
Per i 19 goal sono contento, spero di realizzarne quanti più possibile con questa maglia che, sento mia. Sono numeri importanti che mi fanno felice.

Sanniti Five SoccerAttualmente quali sono le tue condizioni di forma, e come giudichi la tua stagione fino a questo momento?
Mi sento bene fisicamente e mentalmente. Sono molto contento per il campionato che sto facendo anche se so che posso fare ancora di più e devo farlo per raggiungere il nostro obbiettivo.

Quello dei Sanniti Five Soccer è un “gruppo” giovane, e in generale ben assortito. Gruppo giovane sì, ma già con i giusti attributi e capace di qualsiasi impresa. Dopo un primo periodo di adattamento, il gruppo si è “coeso” ed è molto unito. Speriamo di regalare alla società la salvezza che merita.

In estate hai accettato di rimanere dopo la promozione, pentito della scelta?
No, non mi sono pentito della scelta anzi, giocare in C2 è sempre un piacere con la maglia giallorossa.