Il Rione Libertà saluta una splendida stagione con la cena di fine anno

126

Si narra che i grandi successi calcistici, oltre che in campo e nello spogliatoio, nascano a tavola. Non sappiamo se sia stato questo il segreto del Rione Libertà, ma la truppa giallorossa si è ritrovata a banchettare giovedì scorso. Niente futuro in ballo, per quello ci sarà tempo, solo ed esclusivamente la voglia di festeggiare e salutare un’annata straordinaria per il sodalizio del presidente Bruno Formato.

Rione Libertà cenaDopo stagioni complicate, costellate da poche soddisfazioni sportive, la compagine cittadina ha scritto una pagina importante della propria storia, conquistando l’approdo in Prima Categoria attraverso i play off. Una gioia ancora viva e nitida nelle menti e nei cuori di tutti i protagonisti.

La truppa di Maurizio Pinto ha scelto il Feudo per il definitivo rompete le righe ed è stata una serata in pieno stile Rione Libertà. Un gruppo contraddistintosi per le innumerevoli attività che hanno cementato la coesione tra tutti gli elementi della rosa. Dove non arrivano i soldi, arrivano invece le idee, la voglia e la passione. Qualità necessarie e fondamentali, confermate, per l’appunto, anche intorno alla tavola.

Giovedì, infatti, staff dirigenziale e tecnico e tutti i giocatori si sono presentati all’appuntamento indossando le maglie celebrative della promozione. T-shirt bianca con sopra impressa una frase personalizzata per ogni componente della famiglia giallorossa. Una frase “ad hoc” per sintetizzare la stagione vissuta o il carattere della persona che la indossava. Maglie già esibite al “Meomartini” al termine del vittorioso e decisivo derby con l’Atletico Benevento e riproposte in occasione della serata conclusiva di una stagione indimenticabile. Il copyright? Naturalmente chiedere ad Antonio De Cristofaro

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.