Giovanissimi regionali: Benevento-Tonziello 9-1

292

12 febbraio 2011. All’antistadio gli “stregoncini” di De Tata attendono il Tonziello, squadra sconfitta nel girone di andata con il punteggio di 8 a 1. Al ritorno le emozioni non mancano e la partita si chiude sul 9 a 1 per i padroni di casa. Un altro monologo dei ragazzi di De Tata che, nonostante l’assenza del capitano Martignetti, relegato in panchina per consentirgli un po’ di riposo in vista del big-match della prossima settimana, offrono al pubblico un mix di rapidità e tecnica da fare invidia a qualsiasi squadra. Davanti a Curci è confermata la linea a 4 formata da Rotondi,Ruggiero,Molinaro e Paduano; a centrocampo Pascarella, nominato capitano per la già citata assenza di Martignetti, dirigerà la manovra affiancato da Orrei e Ferrara; in attacco, accanto alla punta centrale Lepore, ci sono Gianvito e Fabozzi. Il Benevento si affida ai “guardiani” delle fasce, Rotondi-Maicon e Paduano-Bale, che con la loro incessante rapidità, perforano più volte le linee avversarie, garantendo anche un sostegno a Gianvito-C.Ronaldo e Fabozzi-Kakà. A centrocampo Ferrara-Gerrard, Orrei-Fabregas e Pascarella-Xavi, con la loro alta classe e i loro continui cambi di gioco,  mandano in visibilio il pubblico dell’antistadio e fanno saltare gli schemi del Tonziello, costretto sempre più volte ad improvvisare la manovra. La davanti, Lepore-Eto’o semina il caos tra i difensori avversari, grazie al suo “arsenale” calcistico formato da dribbling e intelligenza tattica. Poco lavoro per Molinaro-Terry e Ruggiero-Puyol, mai chiamati in causa a difendere la porta di Curci-Casillas. Ciononostante, alla metà del primo tempo, il punteggio è fermo sull’1 a 1, a causa di una disattenzione della difesa giallorossa al momento di un calcio di punizione a favore degli ospiti. Il motivo? Un’innumerevole quantità di occasioni sprecate dai ragazzi di De Tata, tra le quali vale la pena di annoverare il palo preso da Rotondi. Ma gli stregoncini  non ci stanno, e spinti dal calore del pubblico, si decidono ad aggiustare la mira e a segnare ripetutamente, nonostante l’ottima prestazione del portiere avversario. Nel secondo tempo, l’allenatore giallorosso concede spazio alla panchina, e finalmente si rivede in campo il “Golden Boy” Fabio Tommaselli, entrato per sostituire l’ottimo Rotondi. Tommaselli, ricalcando l’esempio del fratello Carmine, semina il panico sulla fascia destra, dimostrando di essere tornato in ottima condizione fisica. La partita si conclude con il goal spettacolare di Foschini-Lampard, che, con un destro da fuori area di pregevole fattura, fissa il punteggio finale sul 9-1. Ancora una vittoria, dunque, per i giovanissimi regionali, sempre più decisi a bissare il successo dello scorso anno.

Giuseppe Del Vecchio

CONDIVIDI