Rugby Under 18: Dragoni contro Tigri, oltre la partita, la condivisione di valori

4

Domenica 9 dicembre l’under 18 dei Dragoni Sanniti si è confrontata in casa contro le Tigri del Rugby Bari. Una partita avvincente e giocata a viso duro da entrambe le parti, anche se dopo poco, ha prevalso sicuramente l’esperienza dei baresi che ha poi deciso il risultato (8-19).

Il Bari, squadra prima in classifica nel girone, imbattuta fino ad ora, ha dimostrato grandi qualità tecniche e una superiorità fisica nei confronti dei Dragoni Sanniti, i quali però a loro volta hanno tenuto alta la testa e hanno messo in campo forza fisica e cuore per cercare di respingere gli attacchi della squadra ospite. Tanto è vero che nella prima frazione di gioco il risultato era fermo sul 5 a 0 con due occasione non finalizzate dai Dragoni e un calcio di punizione sbagliato da facile posizione.

La passione e la tenacia di tutto il gruppo hanno permesso di accorciare il risultato con un calcio di punizione di Michele Russo e con la meta di Davide Leone. I Dragoni, sono riusciti a contenere i baresi vincendo tutte le loro mischie; bravi i tre quarti che sono riusciti quasi sempre a fermare la forte linea delle Tigri; solo negli ultimi minuti il Bari è riuscito ad allungare il risultato portandosi in meta grazie ad una distrazione dei ragazzi del mister Franco Cioffi, il quale a fine gara ha voluto ringraziare tutti i suoi atleti per la splendida prestazione che ha evidenziato la crescita del gruppo: “Al di là del risultato, la partita di domenica è stata prima di tutto una splendida esperienza vissuta insieme ai ragazzi di Bari con i quali si è creata un’intesa sportiva e umanitaria senza precedenti”. 

Molto entusiasta il presidente dei biancorossi, Enzo Minichino che si è più volte complimentato con la squadra e con tutto lo staff dei rossoneri. Queste le sue parole: “E’ stata una bellissima esperienza che non vediamo l’ora di ripetere. È la prima volta che ci succede di incontrare una società così unita e organizzata, con i valori del rugby profondamente radicalizzati. Non posso che essere contento dell’esperienza fatta in terra Sannita. Abbiamo trovato ad accoglierci un clima ospitale e caloroso. Questo si è visto soprattutto nel terzo tempo, momento in cui i ragazzi che fino a qualche minuto prima giocavano contro, hanno condiviso pietanze delle rispettive terre e tanto divertimento. Spero di poter rincontrare presto i Dragoni e soprattutto mi auguro di poter organizzare qualche incontro anche con i più piccoli.”

Domenica 16 i Dragoni dell’under 18 saranno ancora in campo sul difficile campo Grande Salento a Lecce.