La Campana completa il proprio organico tesserando un portiere

69
Da un po’ di tempo la Campana FC pensava di completare la propria rosa con l’inserimento di un altro portiere oltre al già presente Vincenzo Martini. Dapprima era stato ingaggiato Fabio Varricchio (ex Epitaffio, Maleventum, Pontelandolfo, Stregoni, e Sanniti), e nella giornata di ieri si è aggiunto ufficialmente Alfonso Pietrovito, ultima acquisizione della Campana Futsal, ma che si stava allenando già da una settimana.

alfonso_pietrovito_campanafcPortiere che calcisticamente nasce nelle giovanili dell’Epitaffio calcio a 5, debuttando tra i grandi a soli 16 anni; a 19 anni passa al Napoli calcio a 5 vincendo un campionato Under 21 a livello nazionale. Le tappe successive della carriera di Pietrovito lo vedono difendere la porta di Ceppaloni FiveBenevento futsal e Pontelandolfo (solo 6 mesi); successivamente col Maleventum contribuisce ad una storica promozione tramite play-off. Ultima squadra prima della Campana FC è stata l’Epitaffio calcio a 5 (ritornando alle origini prima del fallimento della gloriosa società). Dopo 4 anni di inattività ritrova la voglia di rimettersi in gioco con il sodalizio grigionero.
Alfonso, cosa (o chi) ti ha convinto a tornare a giocare a calcetto dopo 4 anni?
Già da luglio mister Ficociello (e anche mister Catalano del Calvi), mi aveva chiesto di dargli una mano, inizialmente la mia risposta fu negativa per via di impegni lavorativi poi però dopo una telefonata dell’amico di sempre (sin dalle giovanili dell’Epitaffio), Fabio Varricchio, mi ha convinto a rigettarmi nella mischia.
 
Quindi oltre a Varricchio, conoscevi già mister Ficociello. Oltre a loro, conoscevi già qualche altro tuo nuovo compagno della Campana?

Mister Ficociello sempre e solo da avversario; non avevo mai avuto modo di giocare alle sue spalle (N.d.r.: Ficociello giocava da centrale) però ho un buon ricordo di lui sia a livello calcistico che umano, l’avevo sempre considerato un “signore” in campo.
fabio_varricchio_campanafcOltre Varricchio conosco Domenico De Angelis per esperienze vissute insieme; a Roberto Maiello mi lega il mio primo anno in prima squadra all’Epitaffio;poi con Gerardo De Mare abbiamo vinto i play-off assieme nel Maleventum. Del mio nuovo collega di reparto, Vincenzo Martini, posso dire che è un bravissimo ragazzo oltre che un ottimo portiere. Infine non dimentico i giovani Michele Della Marca e Vincenzino Mandato, un lusso per questa categoria. Chi non conoscevo e che si è rivelato per me una vera e propria sorpresa è Gianmarco Chiusolo: sono rimasto veramente stupito dalle sue qualità.
Hai già dato un’occhiata al calendario di questa nuova stagione? Temi qualche squadra in particolare, e quale ritieni possa essere la squadra da battere?
Sono sincero, non sono abituato a vedere il calendario perché mi piace vivere alla giornata. Credo che non bisogna mai temere nessuno però ritengo che i Sanniti hanno un bel gruppo oltre che un’ottima società alle spalle; però anche la Campana non è da meno, ho visto persone molto vicino alla squadra come il direttore Nicola Fascione  o il preparatore dei portieri Lucio Terlizzi; ma quello che mi è piaciuto di più è stata la presenza del presidente Piero ad ogni allenamento che abbiamo fatto finora; ci stimola a dare il massimo sin da inizio settimana. 
Che obiettivi personali o di squadra ti poni per quest’anno?
Sarebbe riduttivo rispondere la “salvezza” non essendoci una vera e propria retrocessione in questa categoria; ma si sappia che a me non piace arrivare secondo o terzo, a buon intenditore poche parole (N.d.R.: ovviamente detto scherzando).
CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.