Calvi Simaldone, la scissione è dietro l’angolo. Rocco: “Metto il campo di Calvi a disposizione”. La Peccerella: “Contributo insoddisfacente. Col Maleventum trattativa in stato embrionale, potremmo anche andare avanti da soli”

145

Fonte: Punto5.it

E’ ormai dietro l’angolo la scissione tra il Calvi ed il Simaldone. Dopo un solo anno i due sodalizi sanniti con ogni probabilità prenderanno strade diverse. Armando Rocco, ex presidente del Real Calvi che quest’anno ha rivestito la carica di presidente onorario, fa sapere quali sono i suoi piani: “Dopo una stagione in cui ho fatto da spettatore più che da attore, per il prossimo anno sono pronto a dare il mio contributo affinchè il calcio a 5 non sparisca da Calvi. Tra pochi giorni ci sarà infatti l’inaugurazione di un nuovo campo che, come sindaco di Calvi, metterò a Rocco La peccerelladispozione del Calvi Simaldone. A breve avrò un incontro con gli imprenditori e gli appassionati per capire le loro intenzioni. In ogni caso questo è l’unico contributo che posso dare”. Il discorso è molto chiaro: se i dirigenti del Calvi Simaldone non accetteranno questa proposta, a Calvi sicuramente non ci sarà una squadra di C1 poichè le intenzioni di Rocco non vanno oltre la concessione del campo da gioco e non tornerà attivamente ad essere presidente. A questo punto la palla passa al ds La Peccerella, che si espone in maniera diretta: “Se il contributo che Rocco può dare è quello del campo di Calvi allora di sicuro non potrà esserci un accordo, visto che si tratterebbe di un risparmio minimo che comunque non sarebbe conveniente in quanto il PalaTedeschi è una struttura di alto livello e non ha costi che incidono più di tanto sul bilancio. Futuro? Dobbiamo incontrare Rocco per affrontare la questione, ma se questi sono i presupposti è molto probabile che prenderemo strade diverse. A questo punto credo che mi lascerà il titolo del Calvi (con cui il Calvi Simaldone ha disputato l’ultimo campionato di C1, ndr) e valuteremo il da farsi”. Avanti da soli o accordo col Maleventum? “Questo non so ancora dirlo – ammette La Peccerella -. Con il Maleventum c’è stato un contatto ma al momento non si può nemmeno parlare di una trattativa concreta. Non escludo che potremmo continuare da soli trovando qualche partner”. Nell’ipotesi di accordo con il Maleventum il titolo del Calvi rimarrebbe dunque pendente: “Nessuno me l’ha chiesto – conclude La Peccerella – poichè non ho ancora parlato con Rocco nè so di preciso se collaboreremo con il Maleventum”.

CONDIVIDI