Auteri: “Vedrete il solito Benevento, vogliamo una grande prestazione”

76

Mister Auteri in sala stampa 1A tre giorni dal match con l’Ischia Gaetano Auteri dice la sua sul prossimo impegno dei giallorossi facendo il punto della situazione relativamente all’infermeria e alla condizione psicologica del gruppo sannita. Queste le sue dichiarazioni.

Condizioni fisiche – “Melara sta facendo un po’ fatica a riassorbire una botta e probabilmente non sarà della partita. Dopo la gara di pagani si è allenato poco, faremo un protocollo di lavoro per renderlo utile nella prossima. Mazzarani era assente per influenza”.

Condizioni psicologiche – “In questo momento da questo lato la condizione morale ha poco peso. Mancano sei partite, indipendentemente da tutto devi dare il massimo perchè il cerchio si stringe”.

Prossimo avversario – “Sulla carta una gara abbordabile? Io che alleno non penso sia così. Tutte le partite sono insidiose e il campo è l’unico giudice. Non rientra nel nostro atteggiamento sottovalutare qualcuno. Con un obiettivo importante in palio non si può pensare questo Servono tre punti giocando una bella partita. La carta conta poco, bisogna dimostrare il proprio valore nei novanta minuti”.

Centrocampo – “Angiulli e Vitiello sono in lizza per un posto ma potrebbero anche giocare insieme. L’importante è che stiano tutti bene e che scendano in campo per fare una partita determinata. Nessuno ci regala niente e anche l’Ischia verrà qui per giocarsi le sue carte. Ci mancherebbe altro”.

Doppio turno – “Abbiamo meritato le vittorie negli ultimi due derby. Non mi sono piaciuti solo gli ultimi dieci minuti a Pagani, ma quello è dipeso anche da alcune mie scelte tattiche. Non era semplice affrontare queste due trasferte e abbiamo affrontato questo ostacolo nel migliore dei modi”

Contendenti – “Vedo i nostri avversari solo quando dobbiamo affrontarli. Ciò non significa che pensiamo solo a noi stessi e non ad altri, ma a sei giornate dal termine non possiamo spendere energie guardando altre partite. Non si può pensare al calendario ma solo gara per gara. Le partite vanno giocate tutte e non possiamo pensare già al Cosenza. Bisogna vincere ogni partita senza scervellarsi su previsioni perché poi si fanno solo figure stupide. Non ne vale proprio la pena. I valori vanno sempre manifestati in campo, noi ci siamo e non abbiamo nessuna voglia di mollare l’osso. Siamo lì e lo siamo meritatamente, bisogna continuare a dimostrare di meritarlo. Con l’Ischia sarà il solito Benevento che andrà a caccia della prestazione importante”.

 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...