Vitale: «Vincere con la maglia del proprio paese è la cosa più bella»

48

Un gol in stile calcetto, come quelli che si fanno tra amici. Alessio Vitale l’ha decisa così ArpaiseCasalbore, con l’incoscienza di chi sa di avere colpi importanti, capaci di indirizzare partite e punti. «E’ stato un attimo», realizza a fine partita l’attaccante della formazione di Varricchio, «ci tenevo a dedicare il gol a mia nonna, sono felice perchè era importante vincere. Questi tre punti ci consentono di rimanere in corsa, possiamo ancora dire la nostra».

Non è stato semplice, però, piegare le resistenze del Casalbore. Alla fine l’Arpaise ha raggiunto l’obiettivo sperato in vista del big match della prossima settimana. «Questo è un campionato difficile, ci sono molte squadre sullo stesso livello. Serve giocare con intensità per vincere le partite e soprattutto non bisogna sottovalutare alcun avversario», ha proseguito Vitale, «abbiamo ottenuto un risultato importante, questi tre punti ci danno stimoli e maggiore consapevolezza nelle nostre forze in vista della sfida con il San Giorgio la Molara».

Sarà un bivio probabilmente decisivo per le ambizioni dell’Arpaise e di un ragazzo che per esigenze personali e lavorative è stato costretto a rinunciare a ben altri palcoscenici dopo l’esperienza con la Juniores del Torrecuso. «Sono soddisfatto delle scelte fatte», ha concluso l’attaccante, «ad Arpaise c’è un ottimo ambiente e la squadra è competitiva. Il nostro segreto è lo spogliatoio, siamo tutti ragazzi che giocano per divertirsi. Vorrei vincere questo campionato, farlo con addosso la maglia del proprio paese sarebbe l’emozione più bella».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.