Chi vince i play off è atteso da una grande novità

1445

Spal e Verona possono già considerarsi parte integrante della nuova serie A, che ha già salutato da tempo Palermo e Pescara e si appresta a conoscere il nome delle sue ultime due partecipanti. In bilico ci sono Empoli e Crotone per quel che riguarda la lotta alla salvezza e Carpi, Frosinone, Benevento e Perugia per l’altro posto che verrà fuori dopo il completamento dei play off in cadetteria.

Ieri, intanto, si è stabilito qualcosa impossibile da sottovalutare nell’economia del prossimo torneo di massima serie. La Lega ha emesso un bando che prevede la disputa delle gare di A su 8 finestre, contrariamente alle 5 dell’ultimo campionato. In pratica i turni saranno spalmati su otto orari differenti:

  • tre partite di sabato (una alle 15, una alle 18 e l’ultima alle 20.30)
  • sei partite di domenica (una alle 12.30, tre alle 15, una alle 18 e una alle 20.30)
  • una partita di lunedì (ore 20.30)

Nel caso dei turni infrasettimanali è stato stabilito che si giocherà un anticipo il martedì alle ore 21 e due posticipi il giovedì con inizio rispettivamente alle ore 19 e alle ore 21.

Una decisione, quella dello spezzatino tout court che ha già diviso i tifosi. Alcuni l’hanno accettata di buon grado, altri la vedono fin da subito come l’ennesimo oltraggio alla tradizione calcistica italiana. E poi ci sono le quattro piazze di B che il problema non se lo pongono neanche minimamente. Anzi, darebbero qualsiasi cosa pur di mangiarne un po’ sendendosi al tavolo dei grandi.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...