PAGELLE Vicenza Benevento 2-3: un insperato gol di Barba regala i 3 punti ai giallorossi

256

Vicenza Benevento 2-3. Dopo il doppio vantaggio ad opera di Insigne e Lapadula, il Benevento sembrava avviarsi verso una gara tranquilla, ma l’ingresso in campo di Crecco e Alessio, unito ad uno scatenato Giacomelli, ha portato il Vicenza al parziale 2-2 grazie alle reti del suddetto Crecco e di Dalmonte. In pieno recupero i giallorossi ritrovano però un insperato gol della vittoria siglato grazie ad un colpo di testa di Barba su calcio d’angolo di Calò.

PALEARI 5 – Gioca una duplice gara: la prima fino al 77′ durante la quale mostra la solita sicurezza sia tra i pali che nelle uscite. Dopo l’1-2 inizia la seconda gara in cui l’estremo sannita palesa grosse incertezze che culminano sul 2-2 di Dalmonte determinato da una sua uscita errata.

ELIA 5 – Nei primi minuti sembra ribadire la buona forma dimostrata contro la Reggina, ma basta l’ingresso di Giacomelli ed Elia non riesce a capirci più nulla contro lo scatenato avversario che fa il bello e il cattivo tempo sulla sua fascia, risultando determinante su entrambe le reti del Vicenza. [dal 90’+1+ CALO’ SV – Ha il pregio di battere l’angolo da cui scaturisce il gol della vittoria di Barba]

VOGLIACCO 6,5 – Dalle sue parti non si passa, anche perché con l’uscita di Diaw, il settore centrale d’attacco dei veneti risulta monco. Da menzionare due salvataggi con la schiena su palloni che sembravano destinati a finire alle spalle di Paleari, in special modo quello di Giacomelli che si era presentato tutto solo in area.

Barba

BARBA 7,5 – Baluardo insuperabile della retroguardia. Non si arrende nemmeno ad un fallaccio di Proia che lo aveva colpito al polpaccio, resistendo fino alla fine e avendo anche il merito di trovare il gol del vantaggio in recupero inoltrato, portando in dote i 3 punti della vittoria e facendo esplodere di gioia tutto l’ambiente giallorosso.

LETIZIA 6 – Non è stato di certo al livello della partita contro la Reggina, fa sempre le sue discese sulla sinistra senza però mettere traversoni interessanti in area. Esce all’intervallo molto probabilmente per turnover e perché è diffidato. [dal 46′ MASCIANGELO 5,5 – Ha il torto di far rimpiangere il capitano soprattutto per la mancanza di copertura su Dalmonte, in occasione del parziale 2-2. Da rivedere.]

IONITA 5 – Molto al di sotto rispetto alla superba prestazione nella precedente giornata. Ritorna l’impalpabile Ionita di inizio stagione.

VIVIANI 6 – Ancora una volta risulta positiva la sua prestazione nel guidare la squadra con ordine ed estrema razionalità. Sul finale smarrisce il senso della misura e mostra il fiato corto. [dal 90’+1′ DI SERIO SV]

ACAMPORA 6,5 – Continua il trend positivo dimostrandosi uno dei più in palla nel settore nevralgico del campo. Unisce qualità e quantità e mantiene sempre la sua posizione.  [dal 72′ TELLO 5 – Non riesce a trovare una sua posizione e la sua prova risulta impalpabile. E’ anche sfortunato perché quando entra lui il Vicenza trova il suo momento migliore della partita.]

Insigne

INSIGNE 6,5 – In netta ripresa rispetto all’andamento alquanto negativo di questa prima parte di stagione. Dopo la buona prova fornita contro la Reggina, stavolta riesce anche a sbloccare il risultato con un gol d’autore, fallendo il raddoppio nella ripresa da dentro l’area. [dal 72′ SAU 5,5 – Il folletto sardo sembra essere in palla muovendosi bene su tutto l’arco offensivo, scambiando bene la palla con tutti i compagni, smarrendosi però nel momento cruciale quando bisognava finalizzare l’azione.]

Lapadula

LAPADULA 6,5 – La sua è stata una prestazione meno fastidiosa del solito per la retroguardia avversaria, eppure riesce a trovare l’occasione di un colpo di testa su cross di Masciangelo, di provare una rovesciata in area, e infine di guadagnarsi il calcio di rigore dello 0-2 inimicandosi poi tutto lo stadio per la sua esultanza polemica.

IMPROTA 5,5 – Ha sicuramente sentito il peso delle due partite ravvicinate, venendo da un lungo periodo di inattività per infortunio, e questo di fatto ha influito sulla sua prestazione in cui non ha quasi mai inciso sulla manovra offensiva. Comprimario nell’azione che ha portato al rigore segnato da Lapadula, per la pressione fatta su Brosco, autore poi del fallo decisivo.


Il tabellino:

Vicenza – Benevento 2-3
Reti: 28′ Insigne (B); 56′ Lapadula rig. (B), 77′ Crecco (V), 88′ Dalmonte (V), 90’+5′ Barba (B).

Vicenza (4-2-3-1): Grandi; Bruscagin (74′ Alessio), Brosco, Padella, Calderoni (74′ Crecco); Pontisso (86′ Rigoni), Ranocchia; Zonta (46′ Di Pardo), Proia, Dalmonte; Diaw (33′ Giacomelli).
A disp.: Pizzignacco, Confente, Taugourdeau, Ierardi, Sandon, Paoloni.
All.: Brocchi.

Benevento (4-3-3): Paleari; Elia (90’+1′ Calò), Vogliacco, Barba, Letizia (46′ Masciangelo); Ionita, Viviani (90’+1′ Di Serio), Acampora (72′ Tello); Insigne (72′ Sau), Lapadula, Improta.
A disp.: Manfredini; Basit, Vokic, Moncini, Talia, Pastina, Brignola.
All.: Caserta.

Arbitro: Sig. Paolo Valeri della sezione AIA di Roma 2.
Assistenti: Sigg. o Alessio Berti della sezione AIA di Prato e Daisuke Emanuele Yoshikawa della sezione AIA di Roma 1.
Quarto uomo: Sig. Tommaso Zamagni della sezione AIA di Cesena.
VAR: Sig. Michael Fabbri della sezione AIA di Ravenna.
Assistente VAR: Sig. Vito Mastrodonato della sezione AIA di Molfetta.
Ammoniti: 38′ Vogliacco (B), 43′ Proia (V); 57′ Lapadula (B), Giacomelli e Bruscagin (V), 90’+3′ Rigoni (V).
Angoli: 9-2 (Pt 7-0).
Recupero: Pt 2′; St 3′.

Le azioni più importanti:

28′ Insigne, dai venti metri, riceve palla da Elia e lascia partire un sinistro beffardo che si alza a parabola concludendo la propria traiettoria all’incrocio dei pali alla sinistra di Grandi. 0-1.

56′ Brosco difende palla in area dalla pressione di Improta, interviene Lapadula per prendere il pallone, ma Brosco lo aggancia col piede, e l’attaccante giallorosso frana in area. Calcio di rigore sul quale va lo stesso Lapadula e di sinistro spiazza Grandi che si lancia dall’altra parte. 0-2.

77′ Bella palla di Giacomelli dalla sinistra per l’interno dell’area, di prima intenzione arriva di piatto sinistro il neoentrato Crecco che batte Paleari per la rete che dimezza le distanze. 1-2.

88′ Giacomelli dalla sinistra non trova ostacoli e crossa sul secondo palo per Dalmonte che colpisce di testa in porta, Paleari esce a metà strada e la palla si insacca in porta per l’incredibile pareggio dei padroni di casa. 2-2.

90’+5′ Clamoroso al Menti! Calcio d’angolo calciato da Calò nell’area piccola, dove trova Barba che di testa spedisce alle spalle di Grandi per il 2-3 finale.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.