Verso l’Akragas con una certezza: ci dicono che è tutto vero…

450

BNM_7394Ci avremmo messo tutti la firma, per una vigilia così. Akragas-Benevento si avvicina senza tensioni, con il sapore della grande festa. Domani la stagione regolare chiuderà i battenti con diversi verdetti in sospeso, ma nessuno di questi riguarderà i giallorossi di Auteri, già primi e festanti da diversi giorni. La gioia incontenibile che ha fatto seguito alla partita decisiva vinta contro il Lecce si è trasformata in energia positiva utile ad affrontare i prossimi impegni ufficiali. Quello in terra siciliana avrà la funzione di una passerella, gli altri due di Supercoppa contro la Spal e il Cittadella certificheranno invece le gerarchie dei tre gironi della terza serie. Conoscendo Gaetano Auteri e i suoi ragazzi il motto “fino alla fine” sembra quello più appropriato. La brillantezza fisica, unita ad un gioco spumeggiante consentono di sognare un altro trofeo, quindi giusto non porsi limiti.

Tra gli obiettivi dell’ultima di campionato non vanno sottovalutati i record da conservare. La striscia positiva dei giallorossi dura da diciassette turni, esattamente dalla gara di andata con i biancoazzurri sconfitti 1-0 al Vigorito con gol di De Falco. Da quel momento in poi il Benevento non si è più fermato collezionando ben 13 vittorie e soli 4 pareggi (di cui uno solo casalingo con il Matera e tre esterni, pesantissimi, con Foggia, Cosenza e Catanzaro). I giallorossi vanno in gol ininterrottamente dal match con il Catania dello scorso 5 dicembre terminato 3-1. L’ultimo confronto senza reti all’attivo è quello con il Cosenza del 28 novembre terminato 0-0, dato che la dice lunga sulla marcia ingranata dalla squadra sannita negli ultimi sette mesi. In palio c’è anche il titolo di migliori difesa del torneo che al momento appartiene alla Fidelis Andria, squadra in grado di incassare soli 19 gol contro i 20 dei giallorossi. Nell’ultima giornata di campionato anche in questo senso i discorsi potrebbero cambiare. Poca cosa in confronto al discorso promozione diretta. Quello è già archiviato da un po’, per la gioia di migliaia di tifosi che ancora non credono ai loro occhi. Anche noi facciamo fatica a riprenderci, ma ci dicono che è tutto vero: il Benevento è in serie B. Provate pure a darvi un pizzicotto…

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...