Verona indenne al “Curi” e l’alta classifica torna a tremare

144

La Spal è ormai lanciata verso la Serie A. Il grande sogno potrebbe diventare realtà già nel prossimo turno se la formazione di Semplici dovesse battere lo Spezia e il Frosinone non dovesse fare altrettanto con la Salernitana. Massimo campionato al quale ambiscono gli stessi ciociari e il Verona, magari evitando la fastidiosa appendice dei play off.

Possibilità, quest’ultima, tornata di moda dopo i due posticipi serali. La compagine dello squalificato Pecchia è infatti uscita indenne dal “Curi” di Perugia pareggiando per uno a uno. All’iniziale vantaggio scaligero di Luppi ha posto rimedio Dezi ma il gol del centrocampista umbro non è servito a evitare l’allungo delle prime della classe. Tra la terza, ovvero il Frosinone, e la quarta, Cittadella e lo stesso Perugia a braccetto, sono tornate a esserci ben otto lunghezze di distanza e se il margine dovesse ampliarsi fino a raggiungere quota dieci i play off non si disputerebbero.

Eventualità che spera di scongiurare il folto gruppo di inseguitrici. Tra queste il Benevento di Marco Baroni e anche il Carpi di Fabrizio Castori, portatosi a un solo punto dai giallorossi dopo aver posto fine alla striscia positiva del Trapani, superato grazie alla doppietta di Lasagna che ha reso vano il gol siciliano di Coronado.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.