Arriva la Var in serie A: vi spieghiamo come funziona e quando si applica

439

Il Benevento in serie A rappresenterà già di per sé una novità. Un universo calcistico nuovo e tutto da scoprire per i giallorossi. Ci sarà, però, un’innovazione che coinvolgerà tutte le venti protagoniste del prossimo campionato. Manca l’ok definitivo della Fifa ma la strada è stata tracciata, la stagione 2017/18 sancirà l’esordio della Var. Mandati in “pensione” i giudici di linea (o addizionali), il direttore di gara avrà il supporto di otto telecamere che lo aiuteranno nei momenti di maggiore indecisione.

Vi spieghiamo, allora, come e quando verrà applicata la “moviola”. La Var sarà utilizzata in caso di gol per valutare eventuali posizioni di fuorigioco o eventuali falli, in caso di rigori, espulsioni dirette o scambi di persona. Non sarà usata, invece, in caso di secondo giallo che porta all’espulsione.

Gli arbitri in “cabina di regia” guarderanno la partita su due schermi, ma il secondo avrà un ritardo di 3 secondi così da poter rivedere subito un episodio dubbio. In caso di necessità, si potranno visionare le immagini da tutte le altre angolazioni disponibili. Nel frattempo il gioco continuerà e solo se sarà necessario intervenire l’arbitro interromperà la gara, mimando con le mani un monitor per far capire ai giocatori il motivo dello stop. In media, è stato calcolato nelle sperimentazioni, si perdono al massimo 34”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.