Un Natale per ora senza spumante: la Campana perde 1 a 2 contro l’Alfredo Ibelli

305

“Jingle bells, jingle bells, jingle all the way”, cantano in tanti, ma non tutte le “campane” suonano, o quantomeno non tutte a festa.

Campana F.C.Una conclusione inaspettata, infatti, per la Campana Futsal, che non gioisce, ma lascia spazio ad un silenzio carico di rabbia e disattese aspettative, dopo la sconfitta subita nella prima partita in casa, nonché l’ultima in casa giocata prima del Natale.

Dopo allenamenti ed amichevoli in un campo a cui i grigioneri non erano abituati, ecco che finalmente si calpesta il suolo di casa, quello che ha sentito dei giocatori non solo il battito dei piedi, quello che durante la scorsa stagione faceva paura agli avversari, essendo rimasto quasi sempre imbattuto.

Ma “la partita è fatta di episodi”, come ha dichiarato a fine match il nuovo sanguigno ed energico allenatore Mignone, molto rammaricato per il risultato.

Un 1 a 2 che non suggerisce la descrizione del confronto e del gioco delle parti in campo.

Entrambe le maglie hanno combattuto, ma evidentemente non abbastanza, l’una per vincere, l’altra per conquistare un vantaggio netto e sicuro.

La prima rete è stata violata dagli ospiti al 28° minuto del primo tempo, grazie ad un’azione di Marco Vitale. Un gioco che fino ad allora si era conservato equilibrato e poco deciso da entrambe le parti.

Poi, si sa, si rompe il ghiaccio e si riscaldano gli animi, ma questa volta non c’è stata una reazione tanto decisa da parte dei giocatori di casa. Il gol successivo, infatti, è stato opera di Maurizio Pedicino, iscritto nella distinta dell’Ibelli, che ha operato il gesto vittorioso all’11° del secondo tempo.

Stavolta la Campana reagisce, infatti pochi minuti dopo segna Marcarelli.

Poi? Poi una serie di decisioni arbitrali poco condivise dai grigioneri, ammonizioni leggere, che sfoceranno nella somma di cartellini gialli con la conseguente espulsione del grigionero Arigliani, seguita da una decisa contestazione del mister di casa. Insomma, solo tensioni poco propizie.

Ritornando a citare canzoni da neve: “a Natale puoi fare quello che non puoi fare mai”. Perdere la prima partita al Palatedeschi effettivamente è stata una dimostrazione per la Campana di aver stonato, di aver commesso uno spiacevole errore. Perché è vero che molte circostanze sono state avverse ai grigioneri, ma è anche vero che, probabilmente, il campo non ha riconosciuto il battito, quello del cuore della squadra, ancora in cerca di un nuovo ritmo.

Auguri Campana, per la ricerca e per l’ultima prossima possibilità di stappare lo spumante di una vittoria natalizia almeno fuori casa.

TABELLINI:

Società Ospitante: CAMPANA FUTSAL CLUB 1997

Convocati:

1 De Florio Pio Emiddio
2 Esposito Emanuele
4 Mazzeo Marco
6 Giusti Lucio
7 Marcarelli Fabio
9 Fascione Nicola
11 D’Ambrosio Alessandro
14 Dello Iacovo Gerardo
17 Arigliani Antonio
20 Passariello Stefano
32 Passariello Salvatore
99 Montella Delfino

Allenatore: Giuliano Mignone

 

Società Ospite: ALFREDO IBELLI

Convocati:

1 Iannella Giuseppe

2 Ferrara Francesco

3 Principe Emiliano

4 Sicilino Diego

5 Serino Luciano

6 Pedicino Maurizio

7 Vitale Marco

8 Mirr Armando

10 Capozzi Bernardino

11 Salierno Marco

12 Stanziale Enrico Arcangelo

Allenatore: Tirelli Carlo Alberto

 

 

 

 

 

 

 

Emi Martignetti

Ufficio stampa Campana Futsal

CONDIVIDI