Ultimi verdetti in serie B: altre tre squadre salutano i cadetti

86

Il Verona segue la Spal e dopo un solo anno di purgatorio torna a militare in serie A. Agli scaligeri basta pareggiare contro il Cesena per respingere l’assalto del Frosinone. Grazie agli scontri diretti a favore, la formazione di Pecchia si assicura il secondo posto, condannando i ciociari alla lotteria dei play off. L’undici di Marino attende in semifinale la vincente del turno preliminare tra Cittadella e Carpi, mentre dall’altra parte del tabellone il Perugia sarà spettatore interessato del confronto tra Benevento e Spezia.

Non ci saranno in coda gli spareggi. La grande rimonta del Trapani si arresta sul più bello e per la truppa di Calori si materializza la retrocessione diretta in Lega Pro. I siciliani chiudono con un distacco di cinque punti dalla quintultima posizione e devono dunque dire addio alla speranza di salvare la categoria. Lascia la serie B anche il Vicenza, al quale sarebbe servito un vero e proprio miracolo per evitare di raggiungere le già retrocesse Latina e Pisa.

Manca un solo verdetto, dunque, in serie B, mentre restano due le caselle da riempire in entrata. Pescara e Palermo sono scese dalla A e si attende di conoscere il nome della terza retrocessa che uscirà tra Crotone, Empoli e Genoa. Dalla Lega Pro sono invece salite Cremonese, Venezia e Foggia e il quarto nominativo verrà fuori dalla bagarre play off.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.