UFFICIALE: Scambio Marchi-Di Piazza tra Benevento e Pro Vercelli.

359

Benevento v Gubbio 2-1

Notizia di ieri è lo scambio intercorso tra Benevento e Pro Vercelli, riguardante i rispettivi esterni offensivi: Ettore Marchi e Matteo Di Piazza.
Nel ritiro estivo di Gubbio, sua terra natale, Marchi ha partecipato ad una sola amichevole, e per un solo tempo, contro il Pontevecchio andando anche in gol come secondo marcatore (risultato finale 5-0).
A differenza di Altinier, anche lui richiesto sul mercato da diverse squadre, tra le quali appunto la Pro Vercelli, Marchi non era stato molto considerato da mister Guido Carboni, tanto da alimentare le suddette voci di trasferimento.

Trasferimento ufficializzato quindi nella giornata di ieri, a titolo definitivo per Marchi che col Benevento aveva firmato nella scorsa estate un biennale.
Di Marchi ricorderemo certamente il match casalingo alla 21a giornata contro il Gubbio, in cui la squadra ospite passò in vantaggio a inizio ripresa con Di Piazza, per poi subire in pochi minuti il pareggio e il vantaggio giallorosso entrambi ad opera del numero 7 sannita. La partita fu piena di significato da parte dell’ambiente giallorosso, perché fu la prima successiva alla dipartita del compianto Carmelo Imbriani, che da calciatore e capitano del Benevento indossava appunto la casacca col numero 7 sulle spalle.
(nella foto sia Marchi che Di Piazza nel suddetto match di campionato).
Le altre reti in campionato di Marchi arrivarono alla 2a giornata (Benevento-Viareggio), alla 10a (Benevento-Paganese) e infine nella vittoriosa trasferta di Avellino alla 19a giornata.
Un’altra rete in giallorosso Marchi la segnò al primo turno di coppa Italia di Lega Pro, rete qualificazione ai supplementari nella gara casalinga contro il Barletta, finita 2-1.
Sempre presente in campionato, dato il suo sfiancante lavoro in campo è stato il più sostituito della rosa (ben 23 i cambi ricevuti, con 1 solo effettuato dalla panchina). In Coppa Italia TIM ha disputato entrambe le gare giocate, senza marcare il cartellino, mentre in Coppa Italia di Lega Pro sono solo 2 le presenze con 1 rete segnata.

Totale presenze in giallorosso: 34.
Totale reti in giallorosso: 6.

Contemporaneamente alla cessione di Marchi alla squadra piemontese, Matteo Di Piazza (già nel Sannio nella stagione 2008-09) passa ai giallorossi in prestito con diritto di riscatto.
Nato a Partinico, in provincia di Palermo, il 1 gennaio 1988, Di Piazza ha cominciato a giocare nelle giovanili del Catania, e da lì viene mandato a farsi le ossa in serie D col Savoia, dove comincia la sua carriera agonistica “adulta”. La stagione dopo, nel 2007-08 viene mandato in prestito al Vittoria dove gioca da titolare e segna il maggior numero di reti mai fatte finora nella sua carriera, ben 17. Convocato poi nella Rappresentativa di Serie D, partecipa con questa selezione al 60° Torneo di Viareggio, disputanto 3 gare su 4 e andando in rete contro la squadra uzbeka del Pakhtakor.
Nell’estate del 2008 viene acquistato dal Rimini, allora compagine di serie B, che però lo manda in prestito prima a Benevento in Lega Pro 1a divisione, e a gennaio al Sud Tirol-Alto Adige in 2a divisione.
Col Rimini nel frattempo retrocesso in terza serie, Di Piazza comincia la stagione in Romagna, ma a gennaio cambia nuovamente squadra tornando nella sua Sicilia, ma al Siracusa in Lega Pro 2a divisione.
Nell’estate del 2010, Di Piazza viene acquistato dal Chievo, squadra di serie A, che però gira immediatamente metà del cartellino del calciatore alla Pro Vercelli, anche questa società militante all’epoca in 2a divisione.
Concluso il campionato in 3a posizione, e persa poi la semifinale play-off, la Pro Vercelli viene poi ripescata in 1a divisione, finendo nel girone del Benevento (col quale poi effettuerà un gemellaggio) e finendo la stagione successiva sorprendentemente al 5° posto, l’ultimo utile per i play-off.
Negli spareggi promozione, la squadra piemontese giunge alla finale col Carpi vincendola e trovandosi quindi in serie B dopo 64 anni dall’ultima volta.
Di Piazza comincia quindi la sua prima stagione effettiva nella serie cadetta, ma a gennaio torna alle “vecchie abitudini” venendo ceduto in prestito al Gubbio, dove affronterà dopo sole 3 giornata nuovamente il Benevento, a cui segnerà da ex per la sua seconda volta consecutiva (la prima rete nel 3-0 casalingo a Vercelli nel campionato precedente).

L’attaccante siciliano pur non essendo un goleador, ha talento ed è molto duttile, visto che in carriera ha ricoperto tutti i ruoli d’attacco: dalla prima alla seconda punta, dall’esterno offensivo al fantasista.

La carriera di Di Piazza nel dettaglio:

2005-2006 CATANIA Giov. n.d. n.d.
2006-2007 SAVOIA D 14 2
2007-2008 F.C. VITTORIA D 32 17
2008-2009 RIMINI B
09/2008 BENEVENTO CALCIO C1 7 1
02/2009 F.C. SUD TIROL-ALTO ADIGE C2 11 1
2009-2010 RIMINI CALCIO C1 11 1
01/2010 U.S. SIRACUSA C2 12
2010-2011 CHIEVOVERONA A
08/2010 F.C. PRO VERCELLI 1892 C2 17 1
2011-2012 F.C. PRO VERCELLI 1892 C1 11 5
2012-2013 F.C. PRO VERCELLI 1892 B 10 1
01/2013 A.S. GUBBIO C1 8 1

In aggiunta alla stagione 2008-09 quando militava nel Sannio, Di Piazza segnò una rete nell’unica partita di Coppa Italia di Lega Pro disputata: Benevento-Cavese 1-3 al 1° turno, quando pareggiò la rete iniziale di Schetter (le altre due reti della Cavese arrivarono negli ultimi dieci minuti della partita, ad opera del sannita Tarantino).

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.