Torrente: “Abbiamo provato a vincere la partita, vi spiego perché non è rigore”

253

Lo 0-0 del Vigorito muove la classifica di un Vicenza che sarà costretto fino alla fine a lottare per la salvezza. Queste le parole del tecnico Vincenzo Torrente al termine del match con la Strega.

Prestazione – “Vorrei fare i miei complimenti alla mia squadra che ha fatto una grande prestazione su un campo difficile e contro un grande avversario. Abbiamo concesso davvero poco ad un avversario di spessore che in questo campionato ha dimostrato tutta la sua pericolosità. Siamo venuti a giocare a viso aperto, per me in due giorni era difficile fare di più per quanto mi riguarda”.

Coraggio – “Abbiamo cercato anche di vincere la partita. Ho tentato la carta De Luca per cercare di far male al Benevento portando problemi nella zona di Lopez che è molto bravo in fase offensiva ma che magari concede qualcosa in più in difesa. Ho chiesto maggiore intraprendenza ai ragazzi e posso essere soddisfatto”.

Benevento ed episodi – “Ad inizio stagione il Benevento giocava un calcio migliore, ma probabilmente è anche merito nostro. Il rigore per fallo di mano di Bianchi? L’arbitro credo abbia fatto una valutazione precisa perché la palla ha toccato prima la coscia del nostro difensore e poi la mano, che tra l’altro non era molto larga”.

Ebagua – “Vorrei fargli i complimenti, non avrebbe dovuto neanche giocare a causa di problemi fisici ma il suo grande sacrificio ci ha dato una grande mano. Gli va tributato un applauso particolare”

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...