Tipografia Graziano Volley sconfitta nel derby, la rabbia del presidente Camerlengo

108

Per parlare della partita tra Sg Volley ‘97 Tipografia Graziano e Sportland Eulux Montesarchio, valida per il campionato di Serie C di pallavolo femminile, dobbiamo partire dalla fine per poi riavvolgere il nastro. La gara è stata vinta dalle caudine per 3-1, complicando il cammino delle sangiorgesi verso la salvezza, a causa della contemporanea vittoria, anche se solo al tie-break, della Primavera Cavese sul campo dell’Ischia. A tre giornate dal termine, anche se la Mp Auto dovrà disputare solo due gare perché dovrà osservare il turno di riposo, per le ragazze di mister Alessandro Iarrobino e Raffaella Pericolo il vantaggio sulla diretta concorrente si è assottigliato a quattro punti.  Dunque, per brindare alle matematica salvezza bisognerà attendere ancora un po’.

Dicevamo di dover partire dalla fine perché in casa Sg Volley ’97 c’è tanta recriminazione e rabbia sia per aver buttato al vento una vittoria che sembrava vicino ed a portata di mano che per alcune decisioni arbitrali che hanno creato tanta rabbia e malcontento. Di fuoco, al termine del match, infatti, sono state le parole del presidente sangiorgese Mauro Camerlengo: “E’ vero siamo stati ingenui nell’aver sprecato, sia nel terzo che nel quarto set, un’ottima occasione per fare punti e di questo sono rammaricato e dispiaciuto, ma allo stesso tempo non posso non sottacere la direzione degli arbitri. Quando si incontrano direttori di gara di questo genere si ha a che fare con la morte dello sport. I veri protagonisti, fonte vitale del movimento siamo noi società, è questo bisogna tenerlo ben in mente  e non certi individui che si vestono di autorità e condizionano l’esito finale delle sfide. Sono dell’opinione che abbiamo a che fare con dei “killer” di questo sport. Oggi nel nostro Palasport erano presenti circa trecento spettatori e con la loro incapacità, hanno fornito anche un brutto spot alla pallavolo agli occhi di chi, giovani e meno, si avvicina ad essa. Pretendo  maggiore rispetto nei confronti della mia società e per il grandissimo lavoro che svolgiamo. Anche se qui non stiamo lottando per la promozione, un big match si definisce tale quando è legato al valore in campo ed agli obiettivi che si intendono perseguire. Certamente, non accetto quello che è accaduto e non me ne starò con le mani in mano ad aspettare. Mi rivolgerò, infatti, a chi di competenza affinché certi personaggi vengano al più presto fermati ed allontanati”.

Venendo alla gara, la sua cronaca ha visto partire forte lo Sportland  Montesarchio tanto da imporsi con un parziale di 15-4. Poi le padrone di casa, grazie anche agli attacchi di Lucia De Mattia, hanno pian piano accorciato le distanze portandosi sul 15-9. Un contro break della caudine le ha condotte prima sul 21-13 e poi sul 24-15. Il set, infine, è stato ad appannaggio delle ospiti per 25-16. La reazione della Sg Volley ‘97 c’è stata nel secondo parziale che, dopo una prima fase di equilibrio, ha visto le locali imporsi sul 25-18. Il terzo ed il quarto set sono stati, invece, l’uno la fotocopia dell’altro, conditi entrambi  sia dai diversi errori arbitrali, che hanno portato alle dure parole di cui abbiamo parlato in precedenza di Camerlengo, che dall’incapacità, da parte delle ragazze della Sg Volley ’97, di chiudere i conti. Così nel terzo parziale, dopo un vantaggio di 23-21, le sangiorgesi, hanno ceduto sul 26-24. Più grave nel quarto quando, dal 24-20, si sono fatte rimontare sul 26-24, cedendo i tre punti allo Sportland Montesarchio che ha portato a casa l’intera posta in palio.

Soddisfatto il tecnico caudino, Francesco Franzese. “Devo sottolineare – ha detto – i meriti delle mie atlete che ci hanno creduto fino alla fine e sono state premiate. E’ stata, nel complesso, una bella ed emozionante partita. Sono sicuro, comunque, che la Sg Volley ‘97 raccoglierà ben presto quei punti che le servono per la matematica salvezza e da sannita me lo auguro di cuore. Credo, infatti, che il cerchio sia chiuso con una classifica che è già delineata. La squadra è migliorata tanto rispetto al girone d’andata. Per noi questi sono tre punti, comunque importanti perché consolidano la nostra posizione in classifica anche se il mio auspicio è quello di raggiungere il quinto posto, per una sorta di gratificazione per le ragazze e la mia società. Sulla partita, posso dire che nel primo set abbiamo giocato bene, nel secondo siamo calati di brutto, poi ci siamo ripresi, mentre gli ultimi due parziali sono stati una vera e propria lotteria. Ci abbiamo messo tanto cuore e sono contento di questo”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.