Terza Categoria senza contemporaneità, corsa al titolo senza adrenalina

189

Sarà per una questione di correttezza, o presunta tale. Sarà per una questione di poter festeggiare sul campo. Sta di fatto che sul discorso della contemporaneità si scontrano da sempre due filosofie di pensiero. C’è chi la trova utile e chi invece la ritiene un semplice eccesso di zelo, un fattore che non incide sull’andamento di un campionato.

Gianni LoiaIn tutti i tornei dilettantistici, però, le ultime giornate della stagione regolamentare, salvo rare e sporadiche eccezioni quando in palio non c’è nulla, sono caratterizzare  dalla contemporaneità. Tutti i campionati meno la Terza Categoria, dove si potrebbe assistere a un altro festeggiamento lontano dal campo. E’ successo al Leicester del resto, perchè non potrebbe capitare al Real Airola o al Gianni Loia? Perchè Ranieri ha trionfato con tre turni di anticipo e anche in Inghilterra, patria del football, avvertono la necessità di far scendere le squadre in campo tutte insieme in occasione dell’ultima giornata.

I caudini, infatti, se dovessero vincere il recupero odierno (ore 19:00 contro il San Lorenzello) potrebbero festeggiare il titolo sabato sera, con ventiquattrore di anticipo rispetto all’ultimo impegno stagionale. Il Real Airola affronterà domenica il Bonea United, conoscendo già il risultato del Gianni Loia, impegnato sabato sul campo dell’Atletico Cirignano e, in quel caso, obbligato a ottenere i tre punti per continuare a sperare. Viceversa, se il Real Airola non dovesse vincere quest’oggi, sarebbe il sodalizio di Tocco Caudio ad avere in mano il set-ball, evitando di dover trascorre una domenica d’attesa per conoscere l’esito finale. Senza dimenticare gli incroci play off e allora viene da pensare che il concetto di contemporaneità non si discosti molto da quello di credibilità.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.