Strega, ricordi il Principe? Dopo lo “scandalo Gallipoli” torna ad allenare

398

GianniniE’ una vicenda che i tifosi del Benevento non dimenticheranno facilmente, nonostante la promozione in B sia poi effettivamente arrivata sette anni dopo. Quel campionato cadetto sfumato – non per demeriti sportivi – è una ferita ancora aperta negli animi dei sostenitori giallorossi. Ci riferiamo al campionato 2008/2009, vinto dal Gallipoli per un soffio sul Benevento (poi sconfitto ai play off dal Crotone). Quel campionato vide trionfare anche il “Principe” Giuseppe Giannini, allenatore dei salentini poi accusato di illecito sportivo e deferito insieme al direttore sportivo della sua squadra, Luigi Dimitri, al presidente del real Marcianise Salvatore Bizzarro, e ai calciatori della squadra campana Murolo, Russo e Innocenti. Tutti “per aver posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento e il risultato della gara Gallipoli-Marcianise, valevole per l’ultima giornata di quel campionato, prendendo contatti ed accordi diretti allo scopo. Con l’aggravante della avvenuta alterazione”.

Dopo che il reato è caduto in prescrizione e che in seguito a tale decisione sia scattato il conseguente proscioglimento lo scorso mese di luglio, Giannini è dunque tornato nelle condizioni di poter svolgere un ruolo all’interno del mondo del calcio. Secondo Sky Sport, infatti, Giannini a breve firmerà un contratto con il Latina in qualità di Responsabile del Settore Giovanile. L’ultima esperienza l’aveva maturata alla guida del Libano a cavallo tra il 2013 e il 2015.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...