Strega, la designazione ti sorride: Abisso è “l’arbitro delle grandi emozioni”

175

Lega Serie B football match Benevento Calcio vs SpalSolitamente quando trattiamo l’argomento delle designazioni arbitrali ci soffermiamo su precedenti, cartellini, rigori concessi, vittorie esterne e chi più ne ha più ne metta. Stavolta però, in presenza del terzo incrocio in B tra la Strega e Rosario Abisso di Palermo, è d’obbligo dare un taglio diverso al copione. L’arbitro siciliano è infatti stato il direttore di gara di due dei confronti più entusiasmanti giocati dalla squadra di Baroni in questi primi mesi di campionato cadetto. Fu lui il “giudice” dell’esordio assoluto del Benevento in B contro la Spal, in un Vigorito trascinato dall’emozione della “prima volta”, il 27 agosto scorso. Le reti di Ciciretti su rigore e Puscas a pochi minuti dal termine sancirono un successo storico non solo per la classifica ma anche per gli almanacchi. La seconda direzione di gara si riferisce invece alla quattordicesima giornata del 13 novembre. Sempre al Vigorito, sempre in un confronto tra neopromosse. Si giocava infatti Benevento-Cittadella, risolta da un gol di Ceravolo su assist di Chibsah, ma ricordata anche  – se non soprattutto – per i miracoli di Ghigo Gori che custodirono il prezioso successo negli istanti conclusivi del match. Quel coro “Gori, Gori” che unì tutto lo stadio è un altro dei momenti epici di questo campionato. Il prossimo, magari, è dietro l’angolo. Intanto l’arbitro è quello delle “grandi emozioni”. Vorrà dire poco ai fini della sua direzione di gara, ma può essere una buona base di partenza.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...