Strega, ben 5 punti in più rispetto all’andata!

I giallorossi migliorano loro stessi: ecco l origini della rimonta

72

BN-MELFI (377) (2)I numeri sanno essere confortanti e al contempo impietosi. Su quelli del Benevento ci siamo soffermati a lungo negli ultimi giorni, sia prima che dopo il match con il Melfi. C’è un dato però che non avevamo ancora analizzato e riguarda la differenza di risultati rispetto alle prime cinque gare del girone di andata. Il Benevento dopo il giro di boa ha lasciato per strada solo 2 punti (contro il Foggia allo Zaccheria) mettendo però saldamente in tasca tutti gli altri. La squadra di Auteri, insomma, ha fatto tredici. Tredici su 15, bottino molto più che rispettabile.

Ma com’era la situazione allo stesso punto del calendario nel girone di andata? Decisamente più critica. Il Benevento era stato in grado di vincere due volte contro Foggia e Fidelis Andria ma aveva impattato sia contro il Messina che contro la Lupa Castelli all’esordio in campionato. Risultati, questi, a cui va aggiunto il tremendo ko di Melfi per un totale di 8 punti su 13, ben 5 in meno rispetto a quanto raccolto nel girone di ritorno. Cinque punti di un peso specifico non indifferente che sono valsi anche una rimonta che molti giudicano insperata, ma che Gaetano Auteri e i suoi ragazzi non hanno mai smesso di sognare.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...