Gol, emozioni e sorprese tra Sporting Pietrelcina e Castelpoto

74

Pietrelcina – Gara ricca di sorprese ed emozioni quella andata in scena tra lo Sporting Pietrelcina e il Castelpoto. La prima sorpresa riguarda i padroni di casa che si presentano in campo con in porta Pierpaolo Minichiello, l’estremo difensore ex Torrecuso svincolatosi a dicembre dal Comprensorio Miscano. Il resto lo fanno i ventidue in campo, protagonisti di un pari ricco di reti nonostante una prima frazione chiusasi sul risultato di partenza di zero a zero.

Sp. Pietrelcina 2La ripresa si apre invece col botto. Sono i padroni di casa a sbloccare il punteggio grazie a un pregevole pallonetto di Colangelo che beffa Cappella. Gli ospiti accusano il colpo e rischiano di capitolare per la seconda volta in un paio di circostanze. Scampati i pericoli, i giallorossi riescono a rimettersi in carreggiata con un colpo di testa di Di Dio su azione d’angolo che vale il pareggio. Al 37′ il nuovo vantaggio dello Sp. Pietrelcina. Kidiera affonda sulla fascia e serve al centro a Colangelo il pallone della personale doppietta. Con pochi minuti ancora da disputare, la formazione di Forgione pregusta i tre punti ma i biancoblu devono fare i conti con Verdicchio. L’ex Forza e Coraggio, entrato a partita in corso, trova il guizzo vincente che consente alla truppa di Lombardi di evitare il ko.

Sporting Pietrelcina – Castelpoto 2-2

S. Pietrelcina: Minichiello, Caruso Lo., Santamaria (dal 35′ st. Errico), Kidiera (dal 44′ st. Ascione), Crovella, Pilla, Pepe, Maccauro, Colangelo (dal 38′ st. Di Iorio), Iuliano, Fuccillo. In panchina: Forgione, Iannitti,Gagliarde, Zerillo. Allen. Forgione

Castelpoto: Cappella, Crispe (dal 20′ pt. Muccio), Sicignano, Reale, Villanova, Barrasso, Caputo (dal 8’st. Verdicchio), Di Marzo, Moscatiello (dal 44′ st. Sarapullo), Romano, Di Dio. In panchina: Rapuano, Tedino. Allen. Lombardo

Arbitro: Francesco De Donato di Ariano I.

Reti: al 1′ st. Colangelo; al 20′ st. Di Dio; al 37′ st. Colangelo; al 43′ st. Verdicchio
CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.