In porta e dalla panchina le armi della vittoria del Benevento sullo Spezia

177

Vittoria corsara in terra ligure per il Benevento, contro lo Spezia penultimo in classifica. Decisive le entrate di Tello, Tuia e Armenteros. Ottimo Montipo’, male Coda, malissimo Maggio.

MONTIPO’ 7 – Inoperoso nella prima frazione di gara per assenza di conclusioni spezzine, nella ripresa risponde presente ai primi tiri avversari, risultando decisivo. A dargli una mano ci pensano poi anche Antei e Caldirola.

MAGGIO 4,5 – Parte male prendendo un giallo dopo due soli giri d’orologio, una vera e propria involuzione per lui dopo un grande e positivo inizio di stagione. Nella ripresa frana sotto i colpi di Bidaoui che lo scherza continuamente sulla fascia, fino a costringere il capitano al secondo giallo in pieno recupero, con conseguente espulsione.

ANTEI 6,5 – L’attacco spuntato dello Spezia non comporta tanti grattacapi per il centrale giallorosso. Effettua un salvataggio decisivo su Gyasi al 15′ della ripresa quando quest’ultimo aveva calciato a botta sicura a Montipo’ battuto. Nel finale esce per un leggero infortunio. [dall’85’ TUIA 6,5 – Alla prima presenza in campionato in soli due minuti confeziona con un lancio lungo e millimetrico la rete di Tello]

CALDIROLA 6 – Non giganteggia sui diretti avversari come in altre occasioni, ma dimostra sempre sicurezza e attenzione in tutti i suoi interventi, sempre puliti da vero leader difensivo.

LETIZIA 5,5 – Molto meno esplosivo del solito, nella prima frazione è molto presente sui calci piazzati, ma nella ripresa cala di rendimento, e prende anche un giallo dopo scivolata su Maggiore, mezzo voto in meno per lui.

KRAGL 5,5 – Dopo due “alti” consecutivi (i due gol segnati) ecco arrivare un “basso” per il tedesco che quest’oggi “guadagna” solo un giallo ai danni di Bastoni, e una punizione che si infrange sulla barriera, giornata no. [dal 73′ TELLO 7 – Entra benissimo in partita anche lui come Armenteros, segnando di piatto nell’area piccola, ma in fuorigioco (terzo gol annullato dal guardalinee Annaloro in questa gara), su un cross dalla destra. Successivamente su un lancio lungo difensivo dell’altro subentrato Tuia, Tello trova il gol di testa con un pallonetto ai danni di Scuffet]

HETEMAJ 6 – Oltre al solito lavoro “sporco”, abbina anche una buona proprietà di palleggio, come si vede in occasione del palo di Insigne (poi fuorigioco) con un bel pallonetto per l’ex Napoli. Essendo molto veloce nei recuperi gli viene affidato spesso l’ultimo uomo sui calci d’angolo a favore del Benevento.

VIOLA 6 – Prova la conclusione nei primi minuti di gara con un sinistro che sfiora il palo alla sinistra di Scuffet, pochi spunti in fase di costruzione di gioco, ad eccezione dei soliti calci piazzati. Avrebbe bisogno di un po’ di turnover, in attesa del suo possibile “sostituto” Schiattarella, ancora infortunato.

IMPROTA 5,5 – Nel primo tempo soporifero tra Spezia e Benevento, lui è uno di quelli che non fa male, ma non fa neanche bene, pur non soffrendo molto i dirimpettai avversari. [dal 46′ ARMENTEROS 6,5 – Appena entrato lascia subito il segno sulle due reti annullate per fuorigioco: prima assist per Insigne, e poi gol di testa su cross di Kragl. Risulta prezioso e incisivo per la fase offensiva del Benevento.

CODA 5 – Voto cinque come sono cinque finora le partite a secco di bonus per lui, ma diversamente dalle precedenti quattro, quest’oggi si rende poco utile alla squadra, ingabbiato dalla difesa spezzina che lo avrà di certo studiato molto bene. Prova qualche appoggio, ma è solo con l’entrata di Armenteros nella ripresa che il Benevento riesce finalmente ad essere incisivo in attacco. In ogni caso la squadra non può prescindere dal suo bomber principe a cui si chiede al più presto di ritrovare la via del gol.

INSIGNE 6 – Un po’ più positivo rispetto alle precedenti ultime uscite: quest’oggi nel primo tempo coglie un palo di testa ma il guardalinee ferma per fuorigioco, riesce a segnare a inizio ripresa grazie all’entrata di Armenteros, ma anche questa rete viene annullata per fuorigioco.

Il tabellino:
Spezia – Benevento 0-1
Rete: 87′ Tello

Spezia (4-3-3): Scuffet; Vignali, Capradossi (38′ Terzi), Marchizza, Bastoni (72′ Ramos); Bartolomei, M. Ricci, Maggiore; F. Ricci (58′ Bidaoui), Gyasi, Ragusa.
A disp.: Krapikas, Desjardins, Mora, Burgzorg, Gudjohnsen, Ferrer, Benedetti, Erlic, Buffonge.
All.: Italiano.

Benevento (4-4-2): Montipò; Maggio, Antei (85′ Tuia), Caldirola, Letizia; Kragl (73′ Tello), Hetemaj, Viola, Improta (46′ Armenteros); Insigne, Coda.
A disp.: Manfredini, Gori, Rillo, Del Pinto, Sanogo, Basit, Gyamfi, Di Serio, Vokic.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig Valerio Marini della sezione AIA di Roma 1.
Assistenti: Sigg. Salvatore Affatato della sezione AIA di VCO e Riccardo Annaloro della sezione AIA di Collegno.
Quarto uomo: Sig. Daniel Amabile della sezione AIA di Vicenza.
Ammoniti: 2′ Maggio (B), 8′ Bastoni (S); 75′ Letizia (B), 90+5′ M. Ricci (S).
Espulso: 90’+2′ Maggio (B)
Angoli: 4-7 (Pt 0-4)
Recupero: Pt 3′; St 5′.

L’azione del gol:

87′ Lancio lungo dalle retrovie da parte di Tuia per la testa di Tello che all’altezza dell’area piccola colpisce di testa effettuando un pallonetto sull’uscita di Scuffet, il portiere spezzino si vede dunque superare dalla parabola del colombiano per lo 0-1 decisivo.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.