Uno sguardo in casa Spal: prime cessioni in attesa dei colpi

199

In attesa di scoprire i movimenti di mercato del Benevento, i tifosi giallorossi presteranno un occhio di riguardo a quanto farà soprattutto la Spal in queste settimane. Al ritorno in campo, previsto per il 21 gennaio, ci sarà proprio la trasferta di Ferrara da affrontare per i ragazzi di Marco Baroni.

manuel-lazzari-della-spalFino ad ora la formazione di Semplici ha perso ufficialmente tre pedine e ne ha accolta una sola. Le cessioni di Beghetto al Genoa, Cerri al Pescara (via Juventus) e Grassi al Pontedera sono state tutte ufficializzate dal sodalizio ferrarese. L’unico arrivo risponde invece al nome di Costantini, prelevato dal Mezzolara, ma presto potrebbe aggiungersi anche quello di Costa dal Chievo Verona, il mancino designato a raccogliere l’eredità dello stesso Beghetto.

Il vero colpo, tuttavia, la Spal spera di piazzarlo nel reparto offensivo. Sembrano lievitare le possibilità di arrivare a Sergio Floccari, in uscita dal Bologna e nel mirino soprattutto del Bari. L’attaccante avrebbe definito interessate l’offerta dei ferraresi e nei prossimi giorni scioglierà le riserve in merito al proprio futuro. Le alternative non mancano: Catellani, Motta e Terrani gli indiziati principali a colmare la lacuna creatasi dopo la partenza di Cerri.

Un altro affare sarebbe quello riguardante Manuel Lazzari. La Spal punta a trattenere il giocatore fino al termine della stagione, quando sarà valutato con tutta calma il destino del centrocampista di Valdagno. Le sirene della serie A rappresentano una tentazione e soprattutto il Sassuolo appare intenzionato a investire su Lazzari ma a Ferrara faranno di tutto per scongiurare l’ennesima partenza invernale.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.