Sibilia: “Il mio intento è costruire e dialogare con le società”

31

Il padrone di casa Cosimo Sibilia, attuale numero uno della Figc Campania, ha toccato diversi punti davanti alla folta platea nell’ambito della serata di premiazioni del calcio dilettantistico sannita. “Sono qui per costruire e per dialogare, la riduzione del 10% sulle iscrizioni non sarà molto, ma considerando da dove eravamo partiti non avevamo nemmeno la possibilità di andare avanti, quindi mi sembra già un passo avanti. Il mio non è sicuramente un volto nuovo come quello di alcuni miei collaboratori, ma preferisco affidarmi all’usato sicuro“.

Premiazioni calcio dilettantistico (26)Sibilia ha poi chiarito diversi punti sui quali è stato chiamato in causa, primo fra tutti quello relativo alla questione giovani: “Purtroppo in merito non decide il comitato campano; quello che chiedo alle società è metterci più impegno per trovare giovani calciatori. Per quanto riguarda le multe, invece, possiamo ragionarci“.

Tema scottante anche quello delle squalifiche: “Bisogna scontare almeno i due terzi della squalifica per poter richiedere la clemenza, poi però qualsiasi decisione dipenderà dalle motivazioni che hanno portato alla medesima squalifica. Mi rendo conto che un giovane possa sbagliare, ma bisogna anche capire quello che si è fatto. In questi anni il numero delle squalifiche si è ridotto, e ringrazio le società per aver fatto una profonda attività di sensibilizzazione“.

Nei prossimi giorni ci sarà da affrontare la tematica elettorale e anche su questo punto Sibilia è stato abbastanza chiaro. “Le elezioni di Lega si terranno il 28“, ha concluso il commissario federale, “l’auspicio è quello che ci siano elezioni democratiche ma in ogni caso mi sento di garantire che l’interlocuzione con le società non verrà mai interrotta“.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...