Gianluca Savoldi “Il Benevento? Al momento è una squadra incompleta!”

493

Il mercato del Benevento è ancora in essere, con diversi movimenti sia in entrata (Koné, Memushaj, Pavoletti, Matri, recentemente Hiljemark) che in uscita (Padella all’Ascoli, Lopez allo Spezia, più altri ancora come Cissé, Melara, Agyei, De Falco, Kanouté, Eramo).
La debacle subita ad opera del Perugia nel debutto della Coppa Italia TIM, ha certamente smosso le acque, cercando di velocizzare quelle che sono le trattative in entrata, e dare una spinta anche a quelle in uscita.

gianluca savoldi opinione beneventoNella giornata di oggi, ad analizzare la squadra giallorossa ci ha pensato l’ex calciatore di Atalanta, Reggina e Napoli: Gianluca Savoldi, figlio e nipote d’arte (il padre Giuseppe ha giocato con Atalanta, Bologna e Napoli; lo zio Gianluigi con Juventus, Cesena, Vicenza, Atalanta e Sampdoria), Savoldi attualmente è un’opinionista che partecipa come ospite a trasmissioni televisive come Calciomercato Sky.
Il commento di Savoldi sulla squadra del Benevento è stato pubblicato oggi sia sulla sua pagina Facebook che sul suo profilo Instagram, ed eccolo qui per filo e per segno:

Marco Baroni è un allenatore sul quale ho discordanti pareri (tra quelli autorevoli) per ciò che concerne il lato personale. Sulla sua preparazione e filosofia calcistica invece posso dire con certezza grandi cose essendo l’allievo prediletto del mio mentore. 
Per lo stesso motivo avevo pronosticato anzitempo la sorprendente promozione nella massima serie, nella quale torna anche Ceravolo, uno dei miei bomber preferiti della serie cadetta, e questa volta con un bagaglio di esperienza importante. Ottimo l’inserimento di D’Alessandro che ho potuto apprezzare nella mia Dea la scorsa stagione. Attenzione a Ciciretti e Puscas che sono pronti a colpire. 
Una squadra che può stupire ma serve qualche altro innesto di esperienza. 
INCOMPLETA.

gianluca savoldi beneventoSuccessivamente, dopo i commenti di alcuni utenti, Gianluca Savoldi ha integrato il suo parere sulla Strega e su alcuni dei suoi calciatori.
Cataldi in effetti deve rilanciarsi. È un’occasione importante per lui. Le premesse ci sono.
– Ceravolo e Coda possono giocare anche insieme.
– Manca esperienza nel reparto difensivo, non è questione di valore dei giocatori in sé.
In una squadra di serie A ci vuole esperienza. Almeno in qualche figura di personalità. Letizia e Di Chiara sono dei buonissimi giocatori ma solo Costa tra i 3 ha una certa esperienza in A.

La settimana scorsa mister Baroni in conferenza stampa affermò che non ci sarebbero stati ulteriori ritocchi nel reparto difensivo, anche se restano ancora vive le voci su di un interesse per il giovane Riccardo Marchizza del Sassuolo (scuola Roma), conteso e cercato anche dall’Avellino; certamente non il profilo esperto che secondo Savoldi gioverebbe alla retroguardia sannita, mentre riguardo il centrocampo e l’attacco, l’ex calciatore non ha avuto pareri al riguardo.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.