Sarri: Se il Benevento giocherà sempre come oggi, darà filo da torcere a tutti

541

Il suo Napoli ha recuperato la testa della classifica contro un Benevento ultimo in classifica ma meno nel gioco espresso oggi. La prestazione dei giallorossi ha ben impressionato il mister Maurizio Sarri, che nel frattempo ha risposto anche a domande sul mercato e sul rientro di Milik, anche a fronte dell’infortunio occorso a Mertens.

beneventoMilik si sta ancora allenando in parte, non si allena con noi per quanto riguarda situazioni di scontri di gioco. Negli ultimi 10 giorni ha ridotto di molto il gap con gli altri, ma sicuramente non sarà pronto per sabato, per sostituire Mertens.

In questo momento il rinnovo con il Napoli è l’ultimo pensiero che mi passa per la testa, il contratto c’è, ma tra le tante clausole al suo interno è l’unica che conta è che io non reputo finito questo ciclo. Il ciclo è aperto finché ci sono margini di miglioramento, è una condizione “si ne qua non”.

Il rapporto affettivo che c’è con Napoli e i suoi tifosi è reciproco, è uno dei motivi che saranno decisivi nel bene e nel male. Farei fatica se sapessi di non riuscire a poter dare tutto a questo popolo, è un discorso molto diverso dalle clausole economiche.

benevento

Stasera la partita era nettamente più difficile di quella che diceva la classifica. E’ un derby che era più sentito da parte del Benevento, ultima in classifica che però ha entusiasmo perché ha cambiato diversi giocatori, e c’erano tutti i presupposti per loro di fare la partita della vita, e da parte nostra di fare una partita semplice. E tutto questo si è visto nei primi minuti. Il Benevento è una squadra che se gioca sempre così in casa, darà filo da torcere a tutti.

Ho la fortuna di lavorare con un fuoriclasse del calciomercato come Giuntoli, ed è per questo che accetto tutte le sue decisioni. Chiudere il mercato prendendo giocatori a caso, era inutile, avrebbe messo in difficoltà economica la società e in difficoltà l’allenatore con un giocatore nuovo che gli sarebbe potuto non essere utile. Alla fine Giuntoli ha capito che non c’erano giocatori da prendere e quindi ha preferito non chiudere altre trattative.

Stasera non mi è piaciuto quando nella ripresa abbiamo voluto gestire la palla nella nostra metà campo, se tutto ciò fosse avvenuto 30-40 metri più avanti non avrei detto niente, questi “errori” sono cose che non voglio vedere.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.