Salernitana incerottata, Ceravolo: è la tua partita (PROBABILI FORMAZIONI)

175

Toccherà al derby chiudere l’ottava giornata di serie B. Salernitana e Benevento si affronteranno quando tutte le altre gare saranno già andate in archivio. Il calcio di inizio all’Arechi è infatti fissato per le 17:30, dopo aver consumato l’antipasto di mezzogiorno tra Verona e Brescia e la scorpacciata di partite delle 15:00. Il tutto conoscendo l’esito degli anticipi terminati con il successo di misura del Novara sull’Ascoli e con l’exploit del Frosinone sul campo della capolista Cittadella.

Benevento, come detto, impegnato in casa della Salernitana dove ha vinto solo due volte nella sua storia. Sono datatei 1974 e 1976 gli unici successi degli stregoni, l’ultimo esattamente 40 anni fa. Quello che andrà in scena questo pomeriggio sarà il 41° derby, il bilancio attuale racconta di 16 vittorie della Salernitana, 13 vittorie del Benevento e 11 pareggi. Previsti 13mila spettatori a fare da cornice all’incontro.

formazione-salernitanaQUI SALERNITANASannino è costretto a fare i conti con l’emergenza. Accantonata la difesa a tre, la Salernitana dovrebbe virare su un classico 4-4-2 contro il Benevento. Davanti a Terracciano, Mantovani e Bernardini stringeranno i denti e solo in caso di necessità verrà lanciato titolare il giovane Luiz Felipe, vista la squalifica di Schiavi e l’indisponibilità di Tuia. Perico è recuperato e gioca a destra con Vitale sulla corsia sinistra. A centrocampo Odjer difficilmente sarà della contesa, il ghanese non si è allenato neanche ieri per un attacco febbrile e sarà costretto a lasciare spazio alla coppia Della RoccaBusellato. Novità sulle corsie esterne dove agiranno l’ex Zito e Improta. In attacco Sannino appare intenzionato a lasciare inizialmente fuori Donnarumma, proprio come successo a Cesena. Toccherà a Rosina, allora, supportare il terminale offensivo Coda.

formazione-beneventoQUI BENEVENTO – Tre defezioni annunciate e il ritorno al 4-2-3-1 dopo le difficoltà di sabato scorso contro il Novara. Baroni si affida a Ghigo Gori per sopperire all’assenza di Cragno, impegnato con la Nazionale Under21. La difesa è la solita ammirata in questo inizio di stagione con l’unico dubbio legato a Lopez. In caso di forfait spetterà a Pezzi completare la linea a quattro con Lucioni e Padella al centro e Venuti a desta. Confermati Chibsah e Buzzegoli in mezzo al campo, De Falco è recuperato e si accomoda inizialmente in panchina. Nulla da fare per Falco, al quinto stop di fila, e Puscas, operato in settimana alla mano. Dietro a Ceravolo agiranno Ciciretti centralmente e Melara a destra, lasciando il binario mancino a uno tra Pajac e Jakimowski, con il croato favorito per giocare dal primo minuto.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.