Ritrovata la concentrazione tra i giallorossi

191

Benevento CalcioNel test infrasettimanale del giovedì gli uomini di mister Galderisi hanno affrontato la compagine sannita dello Sporting Guardia, militante nel campionato di prima categoria. Al di là del risultato, 11 a 0 a favore dei giallorossi, si denota un netto cambiamento di rotta rispetto al tonfo casalingo con il Barletta nel posticipo di lunedì. Cambiamento sia dal punto di vista fisico, considerata la tenuta atletica, ma soprattutto mentale, che lascia intendere che la debacle dell’ultima uscita al Ciro Vigorito è stato solo un semplice incidente di percorso, dettato anche dagli stimoli delle due formazioni, dove i sanniti hanno trovato serie difficoltà a differenza dei pugliesi che si moltiplicavano col passare dei minuti. Buone notizie quindi dallo spogliatoio giallorosso, in quanto la condizione psicologica di una squadra è alla base per ogni tipo di competizione.

Fondamentale quindi, affrontare la prima delle due insidiose trasferte, con la massima concentrazione, considerato che la Cavese si gioca una delle ultime chances  per evitare la retrocessione diretta e provare un’insperata salvezza attraverso i play out.

Dal canto suo invece il Benevento ha il dovere di solidificare la seconda posizione in classifica e mantenere quantomeno immutato il distacco dall’accorrente Juve Stabia, ridotto ora a quattro punti e con lo scontro diretto all’ultima di campionato. Posizione che potrebbe riportare maggiore serenità nell’ambiente in chiave play off.

Match quindi senza storie quello di giovedì, che ha però fornito importanti indicazioni al tecnico salernitano.

Nella prima frazione di gioco e tenendo sempre fede al modulo attuato, Galderisi ha schierato Baican tra i pali, Furno, Signorini, Landaida e Palermo sulla linea difensiva, Grauso e Bianco al centro del campo e D’Anna, Munard e Pintori a supportare l’unica punta Clemente.

Proprio questo inedito pacchetto offensivo ha destato particolare attenzione, considerando la buona vena e la forte intesa dei tre, con il francese a proprio agio come suggeritore del capitano, posizionato in un’insolita posizione ma che ha confermato le proprie qualità tecniche come finalizzatore. 7 a 0 il risultato parziale.

Nella ripresa rotazione totale per i giallorossi, con Paoloni tra i pali, Pedrelli, Siniscalchi, Ciampi e Cedrola in difesa, Vacca e Pacciardi il duo di centrocampo, La Camera, Munard, Falzarano il terzetto alle spalle di Evacuo. Trova posto e disputa una quindicina di minuti anche l’infortunato Formiconi. Lavorano a parte Zito e Bueno.

I ritmi calano notevolmente e sono quattro le reti dei sanniti che chiudono definitivamente l’incontro.

In attesa quindi del clima infuocato che probabilmente si troverà al Simonetta Lamberti di Cava, il tecnico conclude la conferenza stampa con le testuali parole: “chiederò alla mia squadra che ogni metro e ogni pallone deve essere nostro, cercando di sbagliare il meno possibile ed essere più cattivi”.

 


A cura di Giul. Mign.

CONDIVIDI