Ritorno al passato? La B chiama, Abodi frena

59

Incassata con amarezza la sconfitta nella corsa alla poltrona più importante del calcio italiano, Andrea Abodi si interroga adesso sul proprio futuro.

Rassegnate le dimissioni da presidente della Lega B per concorrere contro Carlo Tavecchio, il dirigente romano ha annunciato di voler proseguire la propria avventura nel mondo del calcio, magari con mansioni diverse.

Per Abodi, tuttavia, potrebbero riaprirsi scenari passati. In serie B in molti hanno apprezzato il suo operato e subito dopo la sconfitta alla presidenza della A sarebbe partita una campagna per riportarlo alla guida dei cadetti. Un movimento capeggiato a quanto sembra da Maurizio Stirpe, numero uno del Frosinone.

Abodi per il momento avrebbe escluso tale ipotesi ma davanti a una richiesta unanime da parte delle ventidue società d B potrebbe decidere di fare un passo indietro. Durante l’ultima votazione, infatti, furono sedici le preferenze per Abodi, cinque società decisero invece di consegnare scheda bianca e una fu considerata nulla. Servirà compattezza per sperare in un rientro delle dimissioni ma tra i cadetti c’è chi ha appoggiato Tavecchio, voltando di fatto le spalle al suo vecchio presidente.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.