Rigore, parla Bianchi: l’opinione del giocatore vicentino

460

E’ stato uno dei protagonisti della notte del Vigorito, se non altro perché il braccio che tocca il pallone nella ripresa dopo un cross di Ceravolo è il suo. Bianchi ha commentato così nel post partita l’episodio che ha scatenato la rabbia dei giocatori giallorossi: “Sono soddisfatto per quello che ha fatto vedere la squadra: abbiamo dimostrato che ci crediamo ancora, che siamo consapevoli della situazione, e ci siamo riusciti sul campo di un avversario molto forte. L’episodio? Ero dentro l’area, il braccio era attaccato al corpo, ma la palla ha rimbalzato prima sulla coscia, poi sul braccio. Credo che l’arbitro abbia fatto bene a non fischiare il rigore. Il mister ha avuto solo un paio di giorni per lavorare, ma si è subito proposto con un atteggiamento positivo. La squadra si è messa a sua disposizione cercando di seguire le prime indicazioni; adesso speriamo insieme di raccogliere altri risultati positivi per la salvezza”. 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...