Relazione sulla terna arbitrale di Ferrini-Rita Ercolano

269

Logo FerriniArbitro : Sabatino Domenico ( Sez. Nola )

Assistente n° 1 : Pagano Antonio ( Sez. Caserta )

Assistente n° 2 : Mazzariello Gerardo ( Sez. Nola )

 

Si analizzano i singoli aspetti della performance sia dell’Arbitro che degli Assistenti:

1: Applicazione delle regole del gioco.

L’A. non è stato sempre equanime nel rilevare gli interventi fallosi. A volte troppo lontano e coperto dai calciatori. Ho sentito un fischio troppo flebile e discontinuo (indice di ?). Apparso  incerto in varie occasioni, non coglie al meglio le indicazioni, soprattutto dell’Assistente n° 1 . Particolarmente indicativo in tal senso quanto verificatosi in area di rigore locale, Allorchè rivolge lo sguardo all’assistente, appunto, con la bandierina alzata. Porta il fischietto in bocca, non emette alcun fischio. Poi  con il gioco fermo, ma non per sua decisione, fa curare il giocatore a terra. ( non è ben comprensibile cosa abbia rilevato ) ( ciascuno si è fatta una propria idea ! ).

2: Prevenzione e disciplina.

L’A. è stato troppo accondiscendete con tutti i calciatori. Utilizzando male il richiamo verbale. E’ stato sollecitato dall’assistente n° 1 ad assumere i provvedimenti disciplinari. A me è parso alquanto impacciato e non naturale nel modo di porsi. Questo aspetto mi era già saltato agli occhi negli spogliatoi all’atto del riconoscimento. Perchè, mi chiedo, la maggior parte degli arbitri si pongono  in maniera non usuale con i calciatori ma in modo artefatto, quasi a compensare chissà che ( timidezza ? ). Si è difronte a terne impegnate in campionato di Eccellenza, certe sbavature non ci devono essere, Forse è il caso che nelle proprie sezioni si approfondisca anche tale elemento, oltre al regolamento.

3: Preparazione atletica e posizione sul terreno.

L’A. ha utilizzato un tipo di spostamento a volte fondato sul caso. Non ha mostrato limpidezza di movimento, con uno ostile di corsa direi rasa.

4: Valutazione comportamentale dell’Arbitro.

E’ necessario equilibrio, conoscenza, personalità.Il fischio è stato flebile, discontinuo e poco udibile. Nella valutazione tale elemento che parrebbe insignificante, invece, denota una certa personalità ridotta. Ho temuto che la gara gli sfuggisse di mano, probabilmente i calciatori non lo hanno voluto. Credo che l’A. non possa essere impiegato in gare di grado di difficoltà superiore.

Assistente n° 1 ( lato panchine ).

Ha mostrato alta concentrazione, anche oltre la misura richiesta. Ovvero ha mostrato in alcuni frangenti quella “irascibilità” nei confronti i componenti la panchina che è diametralmente opposta  all’atteggiamento, direi, timoroso, dell’ A.

Assistente n° 2.

Impegnato in un n° alto di occasioni di fuori gioco, ha svolto il suo compito in maniera più che positiva.

Avv. Vincenzo Caldora


Comunicato stampa