Quinto acquisto giallorosso di gennaio: Fabrizio Melara.

884

fabrizio_melara_2Il nome nuovo di questo seconda parte di stagione è Fabrizio Melara, esterno di centrocampo ex Lecce e Carpi (proprietaria del cartellino).
Melara in effetti è sì il quinto in ordine di arrivo in questo mercato di riparazione, ma in pratica è il primo acquisto della gestione Brini, allenatore che ha preso il posto del precedente mister Carboni.

Con l’arrivo di Brini, si è interrotta quindi la trattativa con l’ex Guido Davì, e gli obiettivi di mercato, da che erano centrocampisti centrali, sono diventati centrocampisti esterni.
Tra i primi nomi fatti dal nuovo allenatore giallorosso c’era appunto Melara, già suo giocatore la stagione scorsa a Carpi.
Complice poi la decisione di mandare in tribuna il giocatore nella giornata di ieri, si è subito capito che il biondo centrocampista si sarebbe presto trasferito nel Sannio.

Il Benevento ha reso noto dal proprio sito ufficiale che è stato sottoscritto col calciatore un contratto biennale con scadenza il 30 giugno 2015.

La carriera di Fabrizio Melara.
Nato a Roma il 6 maggio 1986, Melara ha compiuto i primi passi calcistici nelle giovanili della Lazio con la quale, nella stagione 2000-01, si laurea campione d’Italia con la formazione dei Giovanissimi Nazionali.
Nel 2003-04 entra a far parte della rosa della prima squadra col numero 26 sulle spalle, e la stagione successiva con la maglia numero 31 colleziona tre panchine di campionato, arrivando persino a debuttare in Coppa UEFA nel girone E della fase a gruppi. La partita valida per la seconda giornata del girone, fu giocata il 4 novembre 2004 a Middlesbrough, e vide la squadra di casa vincere per 2-0. Melara entrò al 14′ del primo tempo, dopo un infortunio occorso al titolare Giannichedda. In quel periodo la Lazio, allenata da Domenico Caso, aveva diversi infortunati, più tre giocatori che non rientravano nelle liste UEFA, e quindi fu necessario attingere alla formazione Primavera con ben quattro ragazzi su sette giocatori che potevano andare in panchina. Melara fu preferito al compagno di ruolo Torroni, e fece quindi il suo debutto internazionale e in prima squadra.

Nel 2005-06 fu mandato in prestito alla Salernitana in C1, ma mise assieme solo 3 presenze. A gennaio 2006 passò dunque in prestito alla Sambenedettese per trovare più spazio, ma le presenze a fine campionato anche qui furono poche: solamente 7 (più 1 nell’andata dei play-out poi vinti dai marchigiani contro il Lumezzane).
Tenuto conto del poco minutaggio effettuato in C1, viene mandato in prestito a Rieti, in C2 dove effettivamente si mette in luce giocando da titolare, la squadra poi concluderà la stagione retrocedendo in serie D dopo aver perso i play-out contro la Carrarese.
Nel 2007-08, Melara si trasferisce alla Massese in C1, dove pure colleziona diverse presenze; la squadra si salva dalla lotteria play-out, ma in estate retrocederà in serie D per inadempienze finanziarie.
Melara nel frattempo passa alla Pro Patria in C1, neo Lega Pro 1a divisione, dove resta per un biennio: il primo anno perderà la finale play-off per la serie B contro il Padova, mentre il secondo anno sarà un totale fallimento con la squadra che arriverà a disputare i play-out, perdendoli contro il Pergocrema.
Melara resta a Busto Arsizio anche in 2a divisione, ma giusto il tempo di una partita, per poi trasferirsi alla Spal in 1a divisione.
Tra i suoi compagni di squadra a Ferrara quell’anno c’era anche Giacomo Cipriani, che la stagione successiva si trasferì poi a Benevento.
Con la Spal resta fino al mercato di gennaio del 2012 (per una stagione e mezza quindi), quando fa il salto di categoria nella serie cadetta con la Reggina.
Anche a Reggio Calabria il tempo per Melara risulta breve, visto che a gennaio 2013 passa con trasferimento definitivo al Carpi in 1a divisione.

Ed è proprio a Carpi che Melara incrocia la propria strada con mister Brini con cui sarà titolare fino a fine stagione, annata culminata poi con la promozione in serie B dopo la finale play-off vinta contro il Lecce.
Nell’estate 2013, Melara passerà in prestito ai rivali di qualche mese prima, a Lecce col quale collezionerà 13 presenze prima del trasferimento di gennaio al Benevento Calcio.
Piccola curiosità: sono ben quattro i trasferimenti del calciatore effettuati nella sessione invernale di gennaio.

2003-2004 LAZIO Primavera 22
2004-2005 LAZIO Primavera 19
2005-2006 SALERNITANA 1919 C1 3
01/2006 SAMBENEDETTESE C1 7
2006-2007 F.C. RIETI C2 32 2
2007-2008 MASSESE C1 23
2008-2009 PRO PATRIA CALCIO C1 32 2
2009-2010 PRO PATRIA CALCIO C1 22 3
08/2010 PRO PATRIA CALCIO C2 1
2010-2011 SPAL C1 29 1
2011-2012 SPAL C1 20 1
01/2012 REGGINA CALCIO B 11 2
2012-2013 REGGINA CALCIO B 20
01/2013 CARPI FC 1909 C1 13 1
2013-2014 U.S. LECCE C1 14

Melara vanta inoltre alcune presenze nelle rappresentative giovanili nazionali: 14 convocazioni con 11 presenze e 1 gol tra U16, U17 e U18: 3 presenze e 1 rete con l’U16, 6 presenze con l’U17, e 2 presenze con l’U18.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.