“Questi fantasmi!”

224

yhs7unoMNel 1945 il grande Eduardo De Filippo realizzò una commedia in tre atti denominata “Questi fantasmi!”. Una storia divertente che parla di una casa infestata in un quadro generale tra il serio e il faceto. Al di là dell’opera del noto autore napoletano, se Gaetano Auteri potesse travestirsi da un regista teatrale avrebbe fornito proprio questo titolo nel corso della conferenza stampa di ieri pomeriggio. Il tecnico ha invitato i tifosi a lasciarsi alle spalle i fantasmi del passato. Il popolo sannita, nel corso della sua storia, ha subito di tutto: scippi, finali perse in casa, arresti prima di play off, fallimenti, ma il vero zoccolo duro non ha mai abbandonato la nave. Il calcio è uno sport bellissimo perché, nel giro di tre mesi, permette di resettare una stagione e cominciarne un’altra e un’altra ancora, verso l’inseguimento di un sogno e del riscatto.

Delusioni e fallimenti fanno parte della vita, ma il calcio va preso in maniera diversa. E quando c’è una squadra che, nonostante svariati problemi, lotta e gioca per la maglia deve essere incitata in maniera obbligata da parte di chi, nel passato, ha messo almeno una volta la sciarpa giallorossa al collo.

Perché i fantasmi, come diceva il buon Eduardo, “…non esistono… li creiamo noi, siamo noi i fantasmi!”.

CONDIVIDI