Quattordici squadre in campo, il Benevento deve tifare… per le sue avversarie

101

Sette gare in programma, quattordici squadre in campo. Il trentanovesimo turno di serie B apre oggi i battenti lasciando alla giornata di lunedì primo maggio le portate pregiate. Domani – nella domenica che farà da intermezzo a quello che è un particolare crocevia del campionato – si terrà invece l’unica sfida di giornata, quella tra Novara e Brescia.

Senza spostarci troppo oltre col pensiero e dirottando il percorso di avvicinamento al derby tra Benevento e Avellino alle prossime ore, conviene dunque concentrarsi sulle sfide di questo pomeriggio. Potrebbe essere tempo di verdetti al San Nicola dove il Bari affronterà il Pisa per l’ultima chiamata in prospettiva play off. I galletti sono a tre punti dall’ottavo posto occupato dal Carpi e desiderano cullare ancora il sogno serie A. Il Pisa, dal suo canto, ripone le ultime speranze di salvezza proprio nel confronto dell’Astronave: in caso di sconfitta la Lega Pro sarebbe dietro l’angolo.

Il discorso è simile per il Latina, penultimo e all’apparenza spacciato. Lo scontro con l’Ascoli al Francioni dirà comunque tanto in ottica retrocessione: in caso di vittoria di Cacia e compagni, la squadra marchigiana sarebbe praticamente al sicuro, quella pontina all’inferno. E proprio Cacia è a quattro reti dal record di gol in B di Schwoch, forse irraggiungibile negli ultimi 270 minuti di campionato, ma comunque ad un passo dall’essere agganciato.

In ottica play off sarà una giornata importante anche per il Perugia, impegnato a Vercelli contro una squadra imbattuta da 12 turni e che ha subito gol dopo oltre 600 minuti di imbattibilità solo nell’ultimo turno all’Arena Garibaldi di Pisa. Bucchi sa che una vittoria potrebbe consolidare il quarto posto, ma anche che un risultato diverso dal trionfo metterebbe a serio rischio la disputa dei play off. Importante, in tal senso, la sfida del Tombolato tra Cittadella e Cesena. Anche i veneti sono a otto punti dal Frosinone e non possono permettersi passi falsi.

Non potrebbe permettersene, in teoria, anche lo Spezia. Il problema degli uomini di Di Carlo è che al Picco arriva una Spal in odore di promozione. A Ferrara non vedono l’ora di fare festa e i 2.000 spettatori che hanno raggiunto la Liguria sono lì a testimoniarlo. Della situazione potrebbe avvantaggiarsi il Carpi, nel caso in cui dovesse battere la Ternana. Ed è proprio dal match del Liberati e da Trapani-Entella che emergeranno forse i verdetti silenti di questo turno che di superficiale ha ben poco. I sogni e gli incubi passano da qui, dalla giornata numero 39 del campionato più lungo d’Italia.

Le gare del sabato pomeriggio

15:00 Bari Pisa
15:00 Cittadella Cesena
15:00 Latina Ascoli
15:00 Pro Vercelli Perugia
15:00 Spezia Spal
15:00 Ternana Carpi
15:00 Trapani Entella
CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...