Prossimo avversario: Taranto

206

Posticipo serale di lunedì per questo Benevento – Taranto. I giallorossi quasi come contro il Sorrento, vanno in cerca di una vittoria per uscire dalla crisi di risultati in cui sono nuovamente caduti dopo la “pareggite” di qualche settimana fa. Il Taranto, secondo in classifica, dal canto suo cerca la prima vittoria esterna a Benevento, per restare col fiato sul collo della Ternana che ha pareggiato in casa col Pavia.

La storia della società tarantina è alquanto ingarbugliata, tra fusioni, fallimenti e fondazioni varie, ma cercheremo di fare ordine come meglio possiamo.
Nel 1927 nacque l’AS Taranto, dalla fusione di due società preesistenti, la US Pro Italia, e l’Audace football club. Negli anni successivi le due squadre su citate si sono ricostituite e fuse nuovamente un altro paio di volte, sempre per la nascita di una terza società sempre col nome di AS Taranto. Nel 1947 l’AS Taranto stessa, si fuse con l’US Arsenale Taranto, squadra nata nel 1945, e composta per lo più da componenti della Marina Militare. Il sodalizio con la marina col nome di US ArsenalTaranto, si concluse però nel 1955 e la squadra  tornò al vecchio nome di AS Taranto.

Nel 1985 ci fu il primo fallimento della società che prese poi il nome di Taranto Football Club ricominciando dalla C1. Nel 1993 una volta tornato in B, retrocesse nuovamente in C1, fu radiato per inadempienze economiche dalla Covisoc e dalla Lega, e ricominciò dai Dilettanti con il nome di AS Taranto 1906; il 1906 si riferiva alla data di nascita della prima società tarantina, la US Pro Italia. Nel 1998 la squadra fu messa in liquidazione, e rinacque l’US ArsenalTaranto, due anni più tardi nel 2000 la società passò ad una nuova cordata di imprenditori e prese il nome di Taranto Calcio. Nel 2004 e nel 2009 gli ultimi due cambi di denominazione: Taranto Sport e poi AS Taranto Calcio che è anche il nome attuale.

Nella propria storia il Taranto ha disputato 32 campionati di B, 46 di C/Lega Pro, e 5 di D. Il miglior risultato mai raggiunto fu il 5° posto in B conseguito nel 1973-74, anno in cui sfiorarono la promozione in serie A. Nel proprio palmares vanta tre campionati vinti di C (1936-37; 1953-54; 1989-90), 1 di C2 (2000-01) e 1 di D (1994-95), in quest’ultimo campionato citato, vinse anche il titolo di Campione d’Italia Dilettanti, sconfiggendo il Tolentino nella doppia finale.

Per quanto riguarda i precedenti storici col Benevento, questi sono 30, con i seguenti risultati: 9 vittorie del Benevento, 8 del Taranto e ben 13 pareggi. Le reti per il Benevento sono 32 e quelle per il Taranto 27. Nei soli incontri a Benevento, i giallorossi possono vantare uno score di tutto rispetto con 7 vittorie e 8 pareggi, il che vuol dire che non ha mai perso in casa contro i tarantini. L’ultima vittoria risale però al 2008-09 con un 2-0 firmato da Castaldo e Palermo. Nella stagione scorsa la sfida si concluse sullo 0-0 con molte polemiche per l’atteggiamento di Bremec nei confronti della Curva Sud.

Gli ex tra le due società sono numerosi, e quindi ci limiteremo solo ai nomi per non dilungarci troppo: i portieri Luigi Imparato e Ghigo Gori; i difensori Mimmo Colletto, Antonio De Marco,  Massimo Filardi, Gigi Malafronte, Enzo Maiuri, Gianni Bertini, Alex Negro Frer, Rafael Tesser; i centrocampisti Alessandro Bruno, Michele Cazzarò, Mimmo Giugliano, Mirko Monetta, Mario Donatelli, Michele Menolascina, Pietro Maiellaro, Massimo Desolda, Andrea Manuale, Franco Campidonico, Max Cejas, Vincenzo De Liguori e Antonio Zito; gli attaccanti Silvio Paolucci, Nico D’Ottavio, Sasà Bertuccelli, Tiziano D’Isidoro, Ciccio Passiatore, Aniello Cutolo, Sossio Aruta, Antonio Di Nardo.
Anche tra gli allenatori ci sono diversi ex: Antonio Gianmarinaro, Nicola Chiricallo, Aldo Papagni, Franco Dellisanti, e infine il nostro Gianni Simonelli che nel 2001/02 col Taranto, sfiorò la promozione in B nella finale playoff persa col Catania.

Recenti ex della sfida sono il difensore Francesco Colombini e l’attaccante Mimmo Girardi entrambi a Taranto, e i nostri Ousmane Sy e Ivan Rajcic nel Benevento.

La rosa del Taranto 2011-12 nuovamente agli ordini di mister Davide Dionigi è composta dai seguenti calciatori.

Portieri:
Barasso (’85) – Bremec (’77) – Faraon (’85) – Maraglino (’90).

Difensori:
Colombini (’80) – Coly (’88) – Cutrupi (’87) – Di Bari (’83) – Giordani (’91) – Prosperi (’79) – Sosa (’85) – Zorzal (’91).

Centrocampisti:
Antonazzo (’81) – Di Deo (’81) – Garufo (’87) – Giorgino (’85) – Pensalfini (’77) – Rizzi (’81) – – Sabatino (’88) – Sciaudone (’88) – Vicedomini (’85).

Attaccanti:
Chiaretti (’87) – Dalì (’89) – De Gasperi (’82) – Girardi (’85) – Guazzo (’82) – Rantier (’83) – Russo (’91) – Saani (’93).

Il modulo adottato è stato quasi sempre il 3-4-3, e molto probabilmente la formazione messa in campo potrà essere questa:
Bremec; Cutrupi, Coly, Prosperi; Garufo, Rizzi, Sciaudone, Giorgino; Chiaretti, Rantier, Guazzo.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.