Pisa, Gattuso: “A Benevento con gli uomini contati, sarà durissima”

368

gattusoConferenza stampa della vigilia per l’allenatore del Pisa, Gennaro Gattuso, che ha anticipato i temi della sfida con il Benevento in programma domani sera alle 20.30. Questi alcuni stralci delle sue dichiarazioni.

Classifica – “Ci toglieranno di sicuro 4 punti, e la nostra posizione è preoccupante. Ora c’è da pensare al campo e a fare risultati. Se vogliamo rimanere in categoria dobbiamo rafforzare la squadra e la struttura rivedendo tante cose. Dopo la sfida col Benevento ci siederemo a tavolino”.

Verso Benevento – “Il Benevento non ha mai perso in casa, sarà una gara difficilissima in un ambiente molto caldo. Abbiamo un po’ di problemi di infermeria. E’ un periodo particolare, ma gli undici da mettere in campo li troveremo. Quella di Baroni è una squadra ben messa in campo in uno stadio che spinge molto. Sappiamo di affrontare una squadra in salute e dobbiamo fare una grandissima prestazione per portare punti a casa.”.

Assenti – “Difficile avere Mudingayi che si è allenato solo due giorni. Non credo abbia una tenuta fisica di 90 minuti. Sapete tutti la carriera che ha fatto lui, ma spesso ci si dimentica che ha 35 anni, che ha problemi di articolazioni e che è stato anche fermo un mese quest’anno. Devo valutare diversi aspetti, non posso pensare solo al nome ma alla condizione. Preferisco anche uno meno forte ma che sta bene al 100% nei contrasti e nello sprint”.

Gruppo – “Lazzari, Mudingayi, Longhi, vanno solo ringraziati. Si portano dietro problemi fisici da tempo ma non si sono mai tirati indietro. Non stanno là a fare calcoli o a lamentarsi. Si mettono a disposizione sempre rischiando anche di fare qualche figuraccia a causa delle condizioni precarie. Apprezzo molto questo, anche Lazzari non è sempre al top ma non si tira mai indietro. Non dimentichiamoci che abbiamo buttato via un mese in estate, se non fai la preparazione il conto arriva e nel nostro caso sta arrivando. Ora è importante far riposare questi ragazzi, la mia priorità è farli riposare e non farli lavorare durante la sosta”.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...