Pintori: E’ stata una partita vinta col cuore, questo è poco ma sicuro.

198

Andrea Pintori, centrocampista esterno del Benevento.

Conoscevo il portiere Giambruno del Como, visto che ci siamo allenati assieme anni fa a Pisa; il rigore l’ho tirato come ho fatto all’andata, ma calciare un penalty è sempre una grossa responsabilità.
Sapere alla fine del primo tempo che il Carpi perdeva a Ferrara, ci ha caricati per la ricerca dei tre punti nella ripresa, meno male che alla fine ci siamo riusciti.

Siamo partiti benissimo nella prima mezz’ora, ma il gol non è arrivato subito perché il Como si è chiuso bene, e devo dare loro merito per questo.
E’ stata una partita vinta col cuore, questo è poco ma sicuro.
A me va benissimo vincere così, se dovessimo vincere le restanti nove gare sempre su rigore, ci metterei la firma. Ma non vi preoccupate che prima o poi arriveranno anche i gol su azione, perché l’allenamento che ci fanno fare i mister in settimana è sempre tanto, e ci impegniamo sempre al massimo.

Sapevamo che per noi oggi era determinante, per ora godiamoci questi tre punti, e pensiamo a preparare al meglio la partita col Pisa. Da ora in poi dobbiamo pensare come ha detto il mister prima, e magari poi con tanto lavoro e un po’ di fortuna possiamo farcela.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.