Petronzi: “Scendiamo dal piedistallo, non siamo più quelli dell’andata”

79

Ennesima sconfitta per il Rione Libertà che è costretto ormai ad abbandonare definitivamente obiettivi diversi dalla salvezza, peraltro raggiunta con largo anticipo grazie a un grande girone di andata. A fare il punto della situazione è Davide Petronzi, centrocampista della squadra di Pinto: “E’ indubbiamente un periodo di calo per noi, sia fisicamente che mentalmente. Gli allenamenti non sono come quelli dei mesi scorsi e ognuno di noi ha mostrato una flessione“.

In molti si stanno interrogando sulle cause di questo calo; il centrocampista del Rione attribuisce le colpe a un rilassamento generale: “Ci siamo cullati troppo sulla classifica, forse come organico avremmo potuto puntare anche sui play off. Abbiamo volato troppo sulle ali dell’entusiasmo, abbiamo mollato qualcosa e ora è arrivato il momento di scendere dal piedistallo. Non credo che si sia notata la differenza tra noi e le squadre inizialmente costruite per i play off. Non c’è stata un’ammazza-campionato, basti pensare che all’andata incassammo il gol del loro pareggio al 95′ dopo essere passati in vantaggio su un campo difficile. Eravamo partiti benissimo, abbiamo fatto soffrire tutti nel girone di andata, ma nel ritorno abbiamo mostrato un volto totalmente diverso“.

Un ultimo pensiero è a mister Maurizio Pinto, oggi assente per il grave lutto che lo ha colpito in settimana: “Oggi abbiamo patito la mancanza del mister, ci è mancata una guida anche dalla panchina. Tutta la squadra si stringe intorno a lui in questo momento. Il legame con lui va al di là del calcio“.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...