Paolisi in trasferta, Cervinara in casa, scontro salvezza a Ponte

31

Tutte in campo sabato pomeriggio e tutte in contemporanea. Il rush finale per quanto riguarda il campionato di Promozione è pronto a scattare. Sarà una giornata significativa quella che andrà in scena domani, con le prime della classe che si sfideranno a distanza saggiando la voglia di salvezza delle rispettive avversarie.

Pignalosa-ZottiIl Paolisi di Facchino, dopo la rocambolesca vittoria nel recupero con lo Sporting Accadia, sarà di scena nuovamente in trasferta. Avversaria di turno la Vis Ariano, alla quale non ha fatto bene l’avvicendamento in panchina come dimostrato dalle tre reti incassate nel match infrasettimanale con la Bisaccese. Gli irpini si ritrovano adesso con un solo punto di vantaggio sulla zona play out e in questo finale di stagione si giocheranno la salvezza diretta avendo, oltre al confronto con i giallorossi, due scontri diretti da dover disputare. Il Paolisi, di contro, non potrà permettersi ulteriori passi falsi dopo essersi visto togliere i tre punti ottenuti a tavolino con la Virtus Goti. Il vantaggio sul Cervinara è sceso a una sola lunghezza e le ultime due partite hanno evidenziato qualche amnesia di troppo di quella che era la miglior difesa del campionato (sei reti subite in 180’). Non potranno permettersi di steccare D’Andrea e compagni perché il Cervinara avrà il vantaggio di giocare al “Canada” contro il Taurano, penultima forza della classe e mai in grado di ottenere i tre punti lontano dalle mura amiche.

Gran parte dell’attenzione, però, sarà risolta soprattutto sull’Ocone, dove i padroni di casa del Ponte ospiteranno il San Martino Valle Caudina in un vero e proprio scontro diretto. I giallorossi si sono ritrovati nuovamente nei play out dopo i risultati di mercoledì e adesso avranno l’occasione di risalire la china e di allungare eventualmente il passo dalla penultima posizione, cercando di evitare di doversi malauguratamente giocare la permanenza in categoria al play out. Soluzione alla quale ambiscono invece i biancorossi di Lo Iaco, tornati a essere padroni del proprio destino alla luce di un calendario che li metterà di fronte a tre scontri diretti nei 270’ conclusivi della stagione.

Gara tranquilla, invece, quella che vedrà protagoniste Virtus Avellino e Virtus Goti. Entrambe le compagini non hanno più nulla di chiedere a questa annata e potranno affrontarsi senza particolari assilli. L’unico obiettivo sarà quello di chiudere il campionato provando a racimolare il maggior numero di punti possibili, con gli irpini che tenteranno di ridurre il gap di quattro lunghezze che li separa dai saticulani.

Il programma del 28° turno

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.