Volley Benevento (serie C): la nota della società sannita

123

Volley BeneventoSabato 21 Maggio la squadra maschile di pallavolo di serie C del Benevento,  incontrerà l’Acca Montella, per  la gara di ritorno dei play of. Sabato scorso c’è stata la vittoria, della squadra Irpinia, per 3-2. Purtroppo alla fine della  gara si sono verificati  momenti di tensione con conseguenti aggressione. La società sannita, ha  voluto precisare i fatti in una lunga nota pubblica.

L’ amministratore delegato della squadra sannita, Rocco Barrasso, ha dichiarato che: “ci sembra doveroso contestare alcune notizie apparse sugli organi di stampa irpini, in merito all’episodio accaduto dopo la fine della partita. Purtroppo, in queste ore, abbiamo dovuto assistere ad una vera e propria campagna diffamatoria nei confronti di atleti, tecnici e dirigenti della nostra società da parte di giornalisti, che, senza attenersi alla realtà dei fatti, si sono spinti ad esprimere giudizi ed apprezzamenti gratuiti, di cui se ne assumeranno le responsabilità nelle sedi opportune.
Eppure era abbastanza semplice ricostruire i fatti, per così come sono accaduti: bastava farsi rilasciare le notizie da persone imparziali, che hanno assistito ai fatti (quale il personale che ha svolto il servizio arbitrale nel corso della partita) oppure ascoltare, oltre che tecnici e simpatizzanti del Montella, anche la dirigenza e i tecnici della nostra squadra, oppure ancora attingere le proprie notizie dai carabinieri, che sono intervenuti sul posto…
Noi, prima di prendere posizione sulla vicenda, abbiamo condotto una rigorosa indagine interna, con assunzione di dichiarazione di tutti i nostri atleti, abbiamo visionato immagini registrate che provvederemo a consegnare alle autorità giudiziarie e sportive. Il risultato di tale nostra verifica interna, ci ha imposto, a questo punto, di prendere posizione forte sulla vicenda”
Quando la partita era già terminata con la vittoria dell’Acca Software Montella, un nostro atleta è stato aggredito alle spalle, improvvisamente, da un atleta del Montella. I due contendenti sono stati divisi da un altro atleta dello stesso Montella e da un dirigente della nostra squadra. In questo frangente, l’atleta del Montella, che aveva tentato l’aggressione, non soddisfatto, ha sferrato un violento schiaffo a un altro nostro atleta, il quale ha reagito e colpito il giocatore del Montella.
Questi i soli fatti documentabili e provabili in tutte le sedi in cui sarà necessario dimostrarli, partendo da un principio ineludibile che il nostro atleta coinvolto subirà l’allontanamento dalla squadra. Ci auguriamo che anche la squadra del Montella adotti lo stesso provvedimento.
Alcuna aggressione c’è stata da parte dei nostri giocatori alla squadra avversaria. Noi non avevamo tifosi al seguito, mentre i nostri atleti sono stati aggrediti dai tifosi del Montella, cui è stato consentito di scendere in campo e di rincorrerci fino agli spogliatoi con ‘tirapugni di ferro’, bastoni e cinghie; un nostro dirigente è stato aggredito da quelli del Montella e ha trovato rifugio nello spogliatoio degli arbitri. Nelle prossime ore consegneremo all’autorità giudiziaria i filmati, da cui si evince che tifosi armati del Montella inseguono i nostri atleti, affinchè si proceda alla loro identificazione”.

CONDIVIDI