Pallamano Benevento, ecco la salvezza. Ma c’è ancora un altro obiettivo…

28

La Pallamano Benevento si gode la quarta salvezza consecutiva nel campionato di serie A1. la compagine giallorossa ha sconfitto al Pala Ferrara i palermitani del Kelona con il punteggio di 27-24 conquistando tre punti fondamentali per la permanenza in massima serie. Il prossimo anno i sanniti giocheranno dunque il quinto campionato di A1 di fila, un risultato storico per la città di Benevento che il club del presidente La Peccerella ha voluto raggiungere nel segno dei giovani.  Saranno loro, i ragazzi del vivaio già lanciati nel corso di questo torneo, a portare avanti con ogni probabilità la tradizione del club sannita nella prossima stagione agonistica con i senatori a fare da chiocce e dispensare esperienza preziosa a determinati livelli.  La stagione della Pallamano Benevento però, va detto, non si conclude certo con la permanenza in serie A1. All’orizzonte ci sono due sfide molto sentite che gli uomini di Rajic vogliono portare a casa anche per la soddisfazione di chiudere al primo posto la Poule Retrocessione. Sabato è infatti in programma il terzo derby stagionale con la Valentino Ferrara (in palio ci sarebbe il tris dopo i due già vinti in regular season), poi nell’ultimo turno sarà Gaeta a far visita a Sangiuolo e compagni al Pala Ferrara per una sfida che con i laziali non è mai stata banale.

Benevento – Kelona 27-24 (p.t. 13-9)
Benevento: Iannotti, Buonocore 4, Chiumento 2, Sangiuolo A. 3, Sangiuolo G. 2, Castiello 1, De Nigris, Morettin 9, Petrychko 5, Formato, De Cristofaro, Moccia, Bottino 1, Orlando. All: Dragan Rajic
Kelona: Castelli, Lo Re, Mondello, Saglimbene 3, Aragona 9, La Mantia, Lopes, Manno 4, Pupillo 3, Saitta 5, Artale, Lima. All: Ignazio Aragona
Arbitri: Fato – Guarini

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...