Palermo, dubbi sulla cessione. Zamparini rassicura e punta sui rosanero in B

97

La serie B è diventata una triste realtà dopo l’ultima giornata di campionato. Il Palermo ha salutato il massimo campionato ma in casa rosonero a tenere banco è il passaggio di proprietà. L’atteso closing con Baccaglini ancora non c’è stato e il malumore della piazza si evince dalle parole del sindaco Leoluca Orlando.

«Serve chiarezza su quali reali e tangibili impegni la società intenda assumere perché la città di Palermo abbia una squadra all’altezza delle aspettative e della passione dei tifosi», sono le parole pronunciate dal primo cittadino.

A rassicurare tutti ci pensa lo stesso Zamparini attraverso le colonne di Repubblica. «Il Palermo ha un bilancio buono e si può fare una squadra competitiva per tornare in A. Baccaglini terrà Nestorovski, Rispoli e chi sarà ritenuto utile alla risalita. Il Palermo si troverà un budget per la B da 25-30 milioni di euro e sarà la corazzata della B», ha dichiarato il presidente uscente rosanero, «ho consigliato a Baccaglini di crearsi uno staff tecnico di persone importanti, deve trovare il Guidolin della situazione. Il Palermo tornerà in A già l’anno prossimo. Sarebbe un fallimento sportivo se non lo facesse. Abbiamo messo i conti in ordine».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.