PAGELLE Spal Benevento 1-1, vantaggio di Tello, poi tante occasioni sprecate.

364

Spal – Benevento 1-1. La trasferta di Ferrara si chiude con un pareggio, forse ingiusto per le tante occasioni avute dai giallorossi nella prima frazione conclusa col vantaggio siglato da Tello su assist di Acampora su velo di Moncini. Proprio l’attaccante ex della gara era andato anche in gol, portando il Benevento sullo 0-2, sempre su assist di Acampora, ma il VAR ha annullato il tutto per fuorigioco dello stesso Moncini. Decisione che ha sparigliato anche le carte in tavola per mister Caserta, dato che sulla base del doppio vantaggio, aveva sostituito Insigne con il neo acquisto Forte. Proprio l’uscita di Insigne è stata decisiva in negativo perché dava un buon equilibrio tattico a tutta la squadra.
Sicuramente hanno pesato anche i pochi cambi di livello lì in mezzo al campo, col solo giovane Talia presente in panchina, cosa che non ha permesso di dare maggiore ossigeno ai centrocampisti sanniti nella ripresa. Il pareggio arriva nel finale di gara con il giovane Da Riva, alla prima marcatura stagionale su un contropiede spallino.

Paleari

PALEARI 7 – Dimostra di essere il top, o tra i top, della categoria con una serie di interventi che danno sicurezza a tutta la squadra. Grandioso su Da Riva (deviata sul palo) e sul colpo di testa di Colombo nella ripresa. Non ha colpe sul gol subito.

LETIZIA 6,5 – Sui soliti livelli di eccellenza, cerca di dare ordine e brio ai compagni, forse un poco stanco nel convulso finale. Non poteva essere altrimenti, data l’assenza di Elia e Improta suoi naturali sostituti, e non considerando uno spostamento di Vogliacco a destra con Barba in mezzo poiché il difensore romano non è stato ritenuto in forma dal mister Caserta.

GLIK 6,5 – Da quando è rientrato in pianta stabile tra i titolari (e da quando si rincorrono le voci di una sua cessione), è un altro calciatore: calmo, riflessivo, ma soprattutto corretto. E’ sfortunato nell’episodio decisivo per la Spal quando non riesce a rinviare bene una palla che rimbalza su un compagno di squadra per poi finire in area per Da Riva. Decisiva una sua deviazione al 91′ su tiro di Melchiorri, che poteva essere il 2-1 per la Spal.

VOGLIACCO 7 – Non ha sbagliato niente da quando è titolare e la partita di oggi lo ha dimostrato ancora una volta, duro quando occorre, sensibile con i piedi quando si tratta di iniziare un’azione dalle retrovie. Il Benevento forse non ha più bisogno sul mercato per un centrale difensivo, a patto che resti Glik.

Masciangelo

MASCIANGELO 7 – E’ la vera sorpresa di questo inizio 2022, spinge sulla fascia che è una bellezza, ma sa dire la sua anche in fase difensiva, tanto che spesso lo si vede andare in contrasto Colombo e Finotto. Alla sua prestazione aggiunge anche una calma glaciale che lo impone a riflettere prima di effettuare qualche rilancio.

IONITA 5,5 – Non ce ne voglia il moldavo, ma la gara di stasera non ci è piaciuta, soprattutto perché abituati allo standard qualitativo delle sue ultime esibizioni. Beninteso, non ha commessi errori madornali, ma non è mai entrato nel vivo del gioco con le sue qualità migliori: fisico e colpi di testa.

CALO’ 6,5 – Buona partita anche per lui, sembra un calciatore completamente diverso rispetto alla prima parte del campionato. Gioca a testa alta e col suo destro riesce a rifornire a dovere i propri compagni.

Acampora

ACAMPORA 7 – Ad un primo tempo favoloso fa da contraltare una ripresa alquanto priva di spunti degni della sua carriera. Poteva segnare un gol “da cineteca” ma la sfortuna glielo nega sotto forma di una grande parata di Thiam deviata poi sul palo. Suo l’assist per il vantaggio di Tello.

INSIGNE 6,5 – La sua uscita dal campo è stata una vera e propria sorpresa principalmente per due motivi: prima perché è entrato una punta invece che un trequartista come lui, ma anche perché fino a quando è rimasto dentro, è stato una vera e propria spina nel fianco per la difesa avversaria, mancando soltanto della stoccata finale che sembrava fatta in almeno due occasioni. [dal 65′ FORTE 6 – Come calciatore lo conosciamo, non ha bisogno di presentazioni, nemmeno per i suoi avversari nel senso che basta la sua sola presenza per intimorire tutta la retroguardia spallina. Degno di essere menzionato è solo un suo colpo di testa che va a sfiorare l’incrocio dei pali. La stoffa c’è e i gol sicuramente arriveranno.]

MONCINI 6,5 – E’ un altro di quei calciatori recuperati alla causa giallorossa, si fa valere di fisico e svetta anche in velocità. Anche per lui vale quello già detto per Insigne, e cioé che gli è mancato solo il gol, anche se per la verità in gol c’era andato con un capolavoro che purtroppo gli è stato invalidato dal VAR. [dall’81’ BRIGNOLA SV]

Tello

TELLO 6 – Un po’ come Ionita, ma con il merito di seguire sempre l’azione e di avere il guizzo risolutore per mettere a segno il suo secondo gol consecutivo. Un po’ confusionario specie nella fase finale, ritornando quindi ad interpretare un copione che lo aveva contraddistinto nella stagione scorsa.

Il tabellino:
Spal – Benevento 1-1
Reti: 22′ Tello (B); 87′ Da Riva (S)

Spal (4-3-1-2): Thiam; Dickman, Vicari, Capradossi, Tripaldelli (77′ Meccariello); Da Riva, Viviani (77′ Esposito), Mora (65′ Crociata); Mancosu; Colombo (77′ Melchiorri), Finotto (60′ Seck).
A disp.: Pomini, Seculin; Zuculini, Spaltro, Heidenreich, Celia, D’Orazio.
All.: Venturato.

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Vogliacco, Masciangelo; Ionita, Calò, Acampora; Insigne (65′ Forte), Moncini (81′ Brignola), Tello.
A disp.: Muraca, Manfredini; Farias, Foulon, Sau, Umile, Malva, Vottari, Talia, Barba.
All.: Caserta.

Arbitro: Sigg. Niccolò Baroni della sezione AIA di Firenze.
Assistenti: Sigg. Andrea Zingarelli della sezione AIA di Siena e Paolo Laudato della sezione AIA di Taranto.
Quarto uomo: Sig. Ermanno Feliciani della sezione AIA di Teramo.
VAR: Sig. Giacomo Camplone della sezione AIA di Pescara
Assistente VAR: Sig. Giacomo Paganessi della sezione AIA di Bergamo.
Ammoniti: 74′ Paleari (B)
Angoli: 4-11 (Pt 1-6)
Recupero: Pt 1′; St 4′.

Le azioni più importanti:

22′ Cross dalla trequarti da parte di Acampora, in area Moncini fa velo, la palla arriva nei pressi di Tello che di prima intenzione di destro, insacca alle spalle di Thiam per lo 0-1.

65′ Bel palleggio di Calò a centrocampo, palla centrale per Acampora che fa partire di sinistro un bel filtrante per Moncini, l’attaccante si allarga a sinistra, e poi rientra con un bel tiro a giro di destro sul secondo palo. Moncini da ex non esulta per lo 0-2, ma poco dopo il VAR annulla per fuorigioco dell’attaccante giallorosso.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.